Wine Art, un Natale all’Orto per festeggiare vino e artigianato

Wine Art, un Natale all’Orto per festeggiare vino e artigianato

Domenica 12 dicembre, Open Day all’Orto San Frediano

Firenze, 7 dicembre 2021 – Un mercato di eccellenze artigiane fiorentine e degustazioni di vino di alcune cantine del Chianti per Wine Art che quest’anno festeggia il Natale all’Orto San Frediano con la chef Enrica Della Martira. Torna il tanto atteso Wine Art, l’appuntamento che unisce le eccellenze fiorentine in un unico evento, e quest’anno si arricchisce con Natale all’Orto, domenica 12 dicembre dalle 10 alle 20 a Firenze all’Orto San Frediano, in via Pisana, 78.

L’Open Day prevede degustazioni di vini Chianti DOCGfood station dalla cucina dell’Orto e Vin Brûlé, mercatino di Natale con eccellenze artigiane fiorentine e laboratorio di ghirlande di Natale di Jardin Divers (per il laboratorio prenotarsi a info@ortosanfrediano.com).

L’iniziativa (ad ingresso gratuito) è organizzata da Confartigianato Imprese Firenze in collaborazione con il Consorzio Vino Chianti e il Comune di Firenze e con il contributo della Fondazione CR Firenze. L’Orto San Frediano della chef Enrica Della Martira è un progetto nato dalla volontà di raccontare nuove storie in cucina. Una garden kitchen che ruota intorno all’orto-giardino e si ispira ai suoi prodotti, alla sua bellezza, in uno scambio continuo tra il dentro e il fuori. In giardino, lo spazio è scandito dal potager coltivato con cura e passione, tra ulivi secolari e serre trasformate in luoghi di convivialità, scambio e apprendimento.

“L’obiettivo di questa iniziativa – spiega Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Imprese Firenze – è riportare l’artigianato dai fiorentini, per fargli riscoprire la loro identità, cultura e tradizioni, attraverso il lavoro degli artigiani fiorentini noti in tutto il mondo per le loro opere, e dall’altra scoprire il nuovo spazio nel cuore di Firenze, l’Orto San Frediano, che ha riqualificato uno storico vivaio dell’Oltrarno fiorentino che rischiava di andare perduto”. 

“Dopo la pandemia un evento di questo tipo è un importante segno di ripresa – commenta Federico Gianassi, assessore alle attività produttive e commercio del Comune di Firenze  per tutto il tessuto commerciale fiorentino. Un modo per vivere le feste natalizie riscoprendo le tradizioni e l’importanza del made in Florence“.

Grazie ad eventi come questo continuiamo a portare il Chianti tra le persone: il vino è socialità, pur nel rispetto di tutte le misure di sicurezza – aggiunge Giovanni Busi, presidente Consorzio Vino Chianti –. Stare tra la gente insieme alle eccellenze artigiane è la migliore vetrina”.

‘’Vino e artigianato – dichiara Luigi Salvadori, presidente di Fondazione CR Firenze – sono tra le eccellenze del nostro territorio e sono due settori che stanno riuscendo ad agganciare piuttosto bene questi primi mesi di ripresa generale della nostra economia. Merito non solo dell’alta qualità del prodotto ma anche delle capacità delle aziende di sapersi rinnovare secondo le nuove esigenze di un mercato che è stato in parte modificato dalla pandemia’’.

Di seguito gli artigiani che partecipano a Wine Art:

Brunellesca – Stefania Alba foulard, accessori dipinti a mano
Life Objet – Marina Semprini abbigliamento e accessori
Mare Nero – Marino Ceccarelli bijoux argento e pietre
Edizioni Pagliai – Antonio Pagliai libri
Batog – Alina Roxana – cappelli
Jardin Divers – fioristi, laboratorio ghirlande
Wanda Boutique – abbigliamento
Feel Me Fab – moda mare