Volontario aggredito, il Coordinamento delle Misericordie dell’Area Fiorentina: “Serve una condanna dura e corale”

Volontario aggredito, il Coordinamento delle Misericordie dell’Area Fiorentina: “Serve una condanna dura e corale”

Il presidente Andrea Ceccherini dopo l’episodio che ha coinvolto il confratello di Badia a Ripoli: “Presa di mira una persona che si mette a disposizione della comunità. Preoccupa che non sia un caso isolato”

Firenze, 27 aprile 2022 – “Piena solidarietà e massima vicinanza nei confronti di Dino, volontario della Misericordia di Badia a Ripoli aggredito dai no vax. Un episodio gravissimo, che vogliamo condannare con forza”.

È la presa di posizione di Andrea Ceccherini, presidente del Coordinamento delle Misericordie dell’Area Fiorentina, dopo l’aggressione a Dino Fierli, 59 anni, volontario della Misericordia di Badia a Ripoli che è stato insultato e colpito da tre no vax mentre era fuori in divisa.

“L’altro aspetto che ci preoccupa – ha aggiunto Ceccherini – è che, da quanto racconta lo stesso volontario, l’aggressione da lui subita non è un episodio isolato. La violenza è sempre sbagliata ma qui c’è un’aggravante inquietante: prendere di mira una persona che si mette a disposizione della comunità in modo spontaneo e del tutto gratuito. La condanna è totale e speriamo corale”.