Vinci, svelato il dossier per la candidatura a Capitale della Cultura 2024

Vinci, svelato il dossier per la candidatura a Capitale della Cultura 2024

Arte scienza e tecnica: l’eredità di Leonardo per costruire il futuro sostenibile del territorio

Firenze, 13 dicembre 2021 – Leonardo da Vinci osservava il mondo circostante e progettava quello che non c’era ancora. Secoli dopo i suoi concittadini raccolgono l’eredità del Genio, per partire dal patrimonio di conoscenze esistente per immaginare e costruire il futuro del loro territorio. E’ la “Cultura dell’impossibile”, la scommessa con la quale la Città di Vinci si candida a Capitale della Cultura 2024. Dopo il simbolo di Vinci 2024, il dodecaedro stellato, ora viene svelato il contenuto del dossier di candidatura, curato da Città di Vinci e Itinerari Paralleli, che è stato presentato al Ministero dei Beni culturali.

“E’ giunto il momento di immaginare Vinci come destinazione turistica accogliente, intelligente, sostenibile, ricca di stimoli e di piacevolezza e come luogo in cui le conoscenze si attivano per immaginare nuove applicazioni. La candidatura a Capitale della Cultura nasce dalla necessità di superare quell’approccio meramente celebrativo, per trasformare le politiche culturali in elemento strutturale di crescita economica” spiega il sindaco di Vinci Giuseppe Torchia. “L’eredità di Leonardo ci porterà a valorizzare i talenti di questo territorio e l’attitudine imprenditoriale, in un’ottica di crescita sostenibile e di rispetto per le risorse ambientali globali.”

L’idea sulla quale poggia la candidatura, elaborata con la società Itinerari paralleli è reinterpretare il Genio in una visione contemporanea e inaugurare un rilancio del territorio basato su arte e ricerca, innovazione e nuove competenze, paesaggio, internazionalizzazione. Il progetto conta sul sostegno di soggetti pubblici, privati e no profit, vuole stimolare l’osservazione, la meraviglia e l’immaginazione attraverso un palinsesto di iniziative che avranno il loro centro nelle Officine dell’Impossibile, una rete di luoghi diffusi e spazi interattivi nell’Empolese Valdelsa e nei Comuni del Montalbano.

“Il progetto punta al rilancio, nel dopo pandemia, di un processo di sviluppo economico e sociale del territorio, anche attraverso le risorse del Pnrr”, afferma il vicesindaco e assessore alla Cultura Sara Iallorenzi. “Occorre ripensare il concetto di cultura, interpretandolo non come elemento di mera attrazione turistica, ma come fattore decisivo di crescita individuale e collettiva per uno sviluppo sostenibile.”

“Siamo orgogliosi di candidare Vinci a capitale della Cultura – afferma Letizia Perini, consigliera delegata alla Cultura della Città Metropolitana di Firenze – Non è un titolo apparente ma il riconoscimento del contributo che questa città ha dato e dà con il suo più illustre concittadino, e con la cura dei luoghi, della propria storia, del paesaggio. La candidatura di Vinci si presenta, nel nome di Leonardo,  ricca di innovazione e creatività, come viene sottolineato dai progetti che la sostengono. Con un filo conduttore: coniugare cultura e accessibilità, non solo per contemplarla ma per interloquire con essa”.

“Vinci è la nostra perla più prestigiosa grazie alla sua immagine conosciuta in tutto il mondo per aver dato i natali al più grande Genio, ma siamo contenti che questa opportunità della sua candidatura a Capitale della Cultura 2024 sia stata estesa a tutto il territorio – commenta Alessio Falorni, presidente dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa – Siamo convinti di poter accorpare una serie di iniziative di grande pregio per far vedere la poliedricità del nostro territorio e il grande patrimonio culturale che custodiamo. Non solo i nomi e le opere dei personaggi più famosi, dal Pontormo al Boccaccio, che si affiancano a Leonardo, rilevante è anche la consolidata tradizione del saper fare che si è tramandata nei secoli: abbiamo l’opportunità di valorizzare le industrie manifatturiere, modelli di innovazione che possono rappresentare la traduzione della creatività leonardiana in un orizzonte contemporaneo”.

Se Vinci sarà eletta capitale culturale, il via alle iniziative è previsto per il 13 gennaio 2024 con un grande evento inaugurale. Nei mesi successivi ci saranno performance multimediali, festival musicali e di poesia, spettacoli in vigne e uliveti, concerti nelle aziende, grandi figure leonardiane “disegnate” sulle colline e visibili dall’alto, cinema itineranti, mostre di fotografia sensoriali. Il palinsesto “clou” del 2024 sarà preceduto da un “cartellone di avvicinamento” per il 2022-23 (entrambi frutto di un processo partecipativo iniziato quest’anno) e da progetti volti a migliorare l’accesso dei cittadini e dei turisti ai luoghi della cultura della città, la vivibilità degli spazi urbani e degli spazi verdi, la partecipazione culturale attraverso eventi, convegni, iniziative rivolte a pubblici diversi, il grado di innovazione tecnologica del territorio.

Per questo la candidatura è legata anche ad alcuni progetti strategici, come lo sviluppo di una infrastruttura di mobilità leggera, la mitigazione del rischio idrogeologico dell’Arno, il potenziamento di progetti di economia circolare e investimenti nel digitale, tra cui una piattaforma integrata per i servizi territoriali.

“Come evidenzia il titolo che abbiamo scelto, il progetto vuole inserire la vocazione, che questo territorio ha ereditato da Leonardo, di costruire il futuro partendo della realtà esistente per creare realtà che ancora non esistono” commentano Paola Dubini, Sergio Galasso, Ilaria Morganti, coordinatori scientifici del dossier. “Abbiamo costruito la candidatura attivando prima tavoli partecipativi con il territorio, che hanno coinvolto associazioni, istituzioni, imprese, e immaginando poi una serie di attività che, a partire da gennaio 2022, andranno a riempire di significato le direzioni indicate nella fase di ascolto. Le Officine dell’impossibile (ospitate in edifici pubblici e imprese) saranno luoghi fisici di progettazione, di attivazione di progetti imprenditoriali, di formazione, di aggregazione di curiosità e di talenti. La varietà delle competenze presenti all’interno del comitato promotore, costituito da Istituzioni, enti di formazione, le principali imprese del territorio, è il punto di partenza per costruire l’impossibile.”

Il Comune di Vinci ha depositato formalmente lo scorso 19 ottobre il dossier al Ministero dei Beni culturali, Entro il 18 gennaio 2022 sarà resa nota la lista dei 10 “finalisti” per l’assegnazione, se Vinci rientrasse verrà a quel punto costituito il comitato promotore della candidatura. Entro il 15 marzo sarà proclamata la Capitale della Cultura 2024 .

A sostegno della candidatura e per condividere con la cittadinanza la filosofia e le opportunità di Vinci 2024, il Comune ha realizzato un sito web dedicato e in continuo aggiornamento: vinci2024.it.

www.vinci2024.it

#Vinci2024
#VinciCapitale2024
#VinciCulturaImpossibile

Potete trovare a questo link le immagini video della presentazione del dossier per la candidatura di Vinci a Capitale della Cultura 2024,

Progetti Vinci 2024 Cultura dell’Impossibile

Il palinsesto Vinci 2024 Cultura dell’Impossibile si articola in quattro visioni: Meraviglia, per stimolare creatività e sperimentazione artistica; Ingegno, per puntare su ricerca, innovazione e trasferimento di competenze; Paesaggio, per rafforzare il legame tra ambiente, persone  e territorio; Futuri, che prevede progetti strategici legati a digitale, aree interne, mobilità ed economia circolare.  Le visioni  si intrecciano con tre obiettivi: “Vinci Comunità culturale”, per favorire la partecipazione e la coprogettazione nel percorso di candidatura, “Vinci si attiva” per rafforzare e mettere in sinergia le esperienze e le attività socio-culturali già presenti sul territorio, “Vinci universale”  per promuovere relazioni e partnership internazionali.

Di seguito i progetti studiati per Vinci 2024.

Maraviglia

Leonardo’s Metaverse

(a cura di Luisa Ausenda)

Il progetto prevede una serie di eventi e workshop che fanno luce su tecnologia blockchain, 3D, realtà virtuale e intelligenza artificiale applicate ad arte, design, musica e moda.

Ana{u}tomica

(a cura di Alberto Barberis e Rajan Craveri in collaborazione con Associazione Polincontri del Politecnico di Torino e Moscow Contemporary Music Ensemble)

Spettacolo multimediale di musica elettronica, laser e performance di danza.

Femina

(a cura di Riccardo Giovinetto)

Progetto multiscreen audiovideo performance che esplora l’idea di grazia femminile e l’occhio che la delinea durante il Rinascimento: è una performance audiovisiva a doppio schermo che combina reminiscenze di madrigali polifonici con una composizione originale di musica elettronica e riarrangia campioni di capolavori rinascimentali in un flusso digitale di immagini reattivo al suono.

Temporary Cinema

(a cura di Cinemovel)

Si sviluppano i laboratori denominati La Scatola Magica, anticipati e seguiti da un percorso diffuso che porta il cinema nei Comuni del Circondario dell’Empolese Valdelsa. Temporary Cinema inizia il suo viaggio nel 2023 con proiezioni itineranti. Nel 2024 inizieranno i laboratori audiovisivi, rivolti alle famiglie, dedicati alle discipline tecnico scientifiche per la realizzazione di cortometraggi, che uniscono digitale e analogico e sperimentano diverse tecniche, dalla regia, al doppiaggio, all’animazione, guidati dal  fisico e innovatore Massimo Temporelli e da un gruppo di professionisti del mondo del cinema.

Spettacolo diffuso

(a cura di Città metropolitana Firenze)

Il Maggio Musicale Fiorentino porterà il teatro nelle scuole del territorio, l’Orchestra Regionale della Toscana (ORT) organizzerà concerti all’interno delle aziende, il Teatro della Toscana (Pergola) metterà a disposizione le proprie competenze sull’utilizzo del digitale in ambito artistico/culturale per creare metodi innovativi di fruizione e apprendimento di spettacoli, mostre, performance artistiche ecc.

Marco Bagnoli – Un percorso artistico, umano e spirituale

(a cura di Marco Bagnoli con la curatela di Pier Luigi Tazzi)

In occasione di Vinci 2024, l’Atelier promuoverà un calendario di iniziative ed eventi. Una specifica attenzione alla triade Arte Religione Scienza (A.R.S.), che da lungo tempo ha caratterizzato il percorso artistico di Bagnoli. Iniziative ed eventi, in particolare rifacentisi al progetto, anche questo di lunga storia, di Opera Scenica, potranno darsi sia all’interno dell’Atelier che in altri luoghi diffusi nel territorio dell’Empolese-Valdelsa.

Computing grace

(a cura di OZMOTIC, Christian Fennesz e Jon Wozencroft- Touch Label)

Computing Grace è un progetto musicale e artistico che intende sviluppare una visione estetica ed emotiva attraverso il dialogo tra la musica classica rinascimentale e la musica elettronica sperimentale.

The Genius jazz festival

(a cura di Empoli Jazz in collaborazione con Europe Jazz Network, I-Jazz, Jazzintoscana.it, Network Sonoro)

L’idea è basata sulla “Genialità” dei protagonisti del festival e vedrà l’organizzazione di concerti, workshop, visite guidate, e guide all’ascolto nelle location di Leonardo Da Vinci.

Cultura dell’Impossibile – Linguaggi di Confine tra Cinema, Musica e Avanguardia

(a cura di Le Cannibale)

Una rassegna musicale dedicata alla figura di Leonardo, cinque eventi che esaminano l’evoluzione dei linguaggi attuali della musica contemporanea, sperimentale ed elettronica. I 5 concerti sono: Luca Maria Baldini ed Eloisa Manera sonorizzano Metropolis Federica Furlani Ensemble Le Pioniere dell’Elettronica, Phase Trio presents Kraftwerk Recomposed, Cineconcerto – “A Man Falling. Teho Teardo plays La Jetée”, Davide Boosta Dileo – I sentieri dell’impossibile

La Battaglia di Anghiari, un’altra versione

(a cura dell’artista vinciano Nico Paladini)

Il progetto è realizzare una nuova versione de La Battaglia di Anghiari, capolavoro commissionato a Leonardo per il Salone de’ Cinquecento a Palazzo Vecchio a Firenze ed oggi perduto. Il progetto di Nico Paladini è quello di realizzare un olio su tela di 3×13 metri, da collocare nella Piazza Masi nel centro storico di Vinci protetta da una vetrata e montata su una struttura in Corten.

La Bellezza salverà il mondo

(promosso da Associazione Agrado  aps)

Tra giugno e settembre 2022 e 2023 verranno promosse due residenza artistiche di 10 giorni per giovani artisti del territorio vinciano e omologhi internazionali selezionati tramite una call pubblica.

Vinci Multiscena

(a cura di Giallo Mare Minimal Teatro)

Un progetto biennale di spettacoli itineranti attraverserà il paesaggio naturale ed architettonico dell’Empolese-Valdelsa e Montalbano facendo  vivere piazze, palazzi, musei, giardini, vigne, oliveti in diverse momenti del giorno e della notte.

La bottega dei raccontatori multimediali

(a cura di Giallo Mare Minimal Teatro)

Il paesaggio, le strade, i sentieri diventeranno scenario di racconti e storie legate ai grandi personaggi del territorio. Si proporranno spettacoli e laboratori interattivi dove la

multimedialità sarà parte integrante insieme alla partecipazione di compagnie teatrali e performer quali TPO di Prato, Michele Sambin, con la supervisione teorico-poetica di Maurizio Alfonso Iacono.

Festa della Poesia 2024 – XII edizione «Fidarsi dell’impossibile?»

(a cura di Associazione Vinci nel Cuore! in partnership con Comune di Vici, Club Unesco, Orizzonti aps, Pro Loco Vinci)

Il progetto promuoverà il linguaggio poetico in tutte le sue forme e strumenti, anche multimediali e digitali, attraverso l’ascolto e l’azione poetica, la condivisione della “piazza” come luogo privilegiato di confronto e di creatività.

Dalla Monna Lisa alla Gioconda nuda

(a cura di Associazione Internazionale Leonardo Da Vinci- Museo Ideale)

Una mostra-evento che presenta il fenomeno dell’iconografia del dipinto più celebre al mondo con una straordinaria complessità di opere, reperti e immagini: le opere comprenderanno un consistente repertorio, dalla Gioconda nuda (dipinto originale del primo Cinquecento, attribuito a Salai su ideazione dello stesso Leonardo) alla Gioconda L.H.O.O.Q. (multiplo autografo di Marcel Duchamp), dal furto del 1911 alle Giocondoclastie di Jean Marga e molte altre.

Barcellona-Vinci A/R

(a cura di Hangar Barcelona)

Per Vinci 2024 Hangar, centro di ricerca e produzione artistica, propone un programma di scambio e residenza con due collettivi attualmente ospitati a Barcellona: Matics e Toplap.

Vinci Crater-Lab

(a cura di Crater-Lab)

Crater-Lab propone un’attività didattica e una sessione di cinema ampliato. Il ciclo di laboratori progettati per Vinci 2024 ha come obiettivo produrre film indipendenti in formato analogico, promuovere l’istruzione e l’indagine, distribuire progetti cinematografici in formati analogici nonché per dialogare con altre discipline, formati e nuove tecnologie presenti.

Ingegno

Wiki Loves Vinci

(a cura di Wikimedia)

Grazie alle competenze sviluppate negli anni da Wikimedia Italia mediante l’iniziativa Wiki Loves Monuments, Vinci Capitale della Cultura 2024 intende raccogliere e rendere disponibili su Wikipedia immagini del patrimonio culturale dell’area dell’Empolese-Valdelsa e Montalbano attraverso un concorso fotografico aperto a fotografi professionisti e amatoriali.

Percorso multimediale ludico-didattico

(a cura di Cinemovel)

Si tratta di un laboratorio multimediale permanente presso il Museo Leonardiano, che consente alle scuole di tutto il mondo di avvicinarsi alla conoscenza di Leonardo attraverso attività interattive ludico-didattiche.

L’impossibile nel segno di Leonardo – Nuove visioni per il museo leonardiano di Vinci

(a cura di Comune di Vinci – Museo Leonardiano)

Il Museo Leonardiano intende proseguire nel rinnovamento del percorso espositivo iniziato a partire dal 2019. Nel 2024, il Museo darà vita ad una sezione di ottica, corredata da dispositivi didattici e multimediali. Faranno parte della sezione modelli di macchine leonardiane per la lavorazione degli specchi, exhibit hands-on in grado di far comprendere le osservazioni condotte da Leonardo sulla fisica della luce e sui suoi studi astronomici. La sezione sarà affiancata dalla realizzazione di percorsi didattici, a corredo ci sarà un intenso programma di mostre realizzate in collaborazione con l’Istituto di Intelligenza Meccanica della Scuola Sant’anna di Pisa, l’Università di Bologna, Firenze e l’EPHE Sorbonne.

Ingegno – Creatività e competenze per la creazione di valore

(a cura di IAAD e Accademia Italiana)

IAAD e Accademia Italiana svilupperanno moduli di valorizzazione delle competenze e percorsi formativi indirizzati in prima battuta alla PA e alla comunità locale.

Imprese impossibili!

(a cura di Junior Achievement)

Programma biennale diviso in quattro focus, per studenti e studentesse di scuole primarie, di secondo grado e superiori dell’Empolese Valdelsa e Comuni del Montalbano: “KidsVille”  un programma per l’educazione alla cittadinanza pensato per bambini dai 5 ai 10 anni, “Crescere, che impresa!” un programma didattico di educazione imprenditoriale e alfabetizzazione finanziaria dedicato a ragazze e ragazzi tra gli 11 e i 14 anni, “Impresa in azione”,  il più diffuso programma di educazione imprenditoriale nella scuola superiore.

Formazione e scambio internazionale

(a cura di Associazione Agrado aps)

Le progettualità sulla mobilità europea e lo scambio di competenze per giovani dai 15 ai 25 anni tra Vinci e città partner (co-finanziati da programma Europeo Erasmus+) si concentreranno sui temi simbolo di Vinci 2024: Arte, Scienza e Tecnica.

Letture Vinciane

(a cura di Comune di Vinci, Biblioteca Leonardiana con il supporto organizzativo del Centro Internazionale di Studi e Documentazione Leonardo da Vinci Ets)

Nel mese di aprile, la città di Vinci ricorda la nascita di Leonardo con le Celebrazioni Leonardiane, manifestazioni che hanno nelle Letture Vinciane il loro momento più significativo. Dal 1960  la Biblioteca Leonardiana affida ad uno dei più significativi esponenti della storiografia vinciana il compito di un intervento critico su uno dei molteplici campi in cui si sviluppò l’attività di Leonardo.

Li omini boni desiderano sapere – Premio per la Comunicazione

(promossa dall’Associazione Vinci nel Cuore! in partnership con Comune di Vinci, Regione Toscana, Ordine Giornalisti della Toscana, Associazione Stampa Toscana, Orizzonti aps, Club per Unesco, Pro Loco Vinci)

L’edizione 2024 del premio avrà il titolo “Il mondo ideale e l’utopia dell’impossibile. Le nuove frontiere della comunicazione sociale” e affronterà il problema della proprietà dei mezzi di comunicazione: dalla marginalizzazione all’inclusione.

Festival Fuciniano

(a cura di Comune di Vinci con la collaborazione dell’Associazione Valigia Blu)

Il festival illuminerà la figura del Fucini sotto diversi aspetti, fino ad oggi. Il Festival si svolgerà tra il 2022 e il 2024, in luoghi simbolo della permanenza a Vinci di Renato Fucini, a partire da Villa Dianella, il teatro di Vinci e la Biblioteca Leonardiana.

Ciclo di incontri “L’Arte della cura”

(a cura di Associazione per il Sostegno Terapeutico e Riabilitativo in Oncologia Onlus)

Percorso di sensibilizzazione e divulgazione scientifica sui temi delle patologie oncologiche e il rapporto con gli strumenti di supporto terapeutico basati su metodologie e attività ludico-ricreative.

La Bottega di Geppetto Diversamente Uguali

(Aa cura di Associazione Porte Aperte aps Onlus)

La particolarità del progetto è l’apertura agli invisibili e inoccupabili. L’Associazione Porte Aperte  si propone di connettere le iniziative del palinsesto con iniziative di sostegno

all’autonomia personale prima, e quella lavorativa poi, sfruttando le opportunità presenti sul territorio e i propri talenti, dando l’input a nuove start-up imprenditoriali esclusivamente green, privilegiando quelle nel settore dell’artigianato.

La casa sull’Albero e Pollicino Verde-il GiocOrto

(a cura di Associazione Porte Aperte aps Onlus)

Progetto di recupero e gestione dell’area verde di Piazza VIII marzo (Spicchio-Sovigliana) come nuovo spazio culturale green. Saranno realizzati un’area ludica  ispirata alle invenzioni di Leonardo da Vinci, con giochi in movimento che sfruttano la forza cinetica- meccanica secondo i disegni del genio, un’area sportiva con percorso-vita, totalmente realizzati con materiali di recupero legati alla Bottega di Geppetto, un’area aggregativa per l’organizzazione di corsi ed eventi legati a diritti e nuova cittadinanza.

Ciclo di incontri: “Insieme si può. Maschi e Femmine contro la violenza sulle donne”

(a cura della Consulta delle Donne del Comune di Vinci, in collaborazione con Associazioni Acqua in Gabbia, Centro Aiuto Donna Lilith, Astro)

Nell’ambito delle iniziative contro la violenza sulle donne, il progetto mira a tenere alta l’attenzione su questo fenomeno e sensibilizzare al rispetto verso il genere femminile.

International summer school

(a cura di Cinemovel)

In dialogo con le attività del Temporary Cinema, sarà realizzata una summer school internazionale di due settimane a Vinci, a luglio 2024. Attraverso l’attività laboratoriale, giovani tra i 16 e i 20 anni lavoreranno alla produzione di clip divulgative per social e web.

En.Lace: Workshops di artigianato e Installazione Artistica nello spazio pubblico

(a cura di Urban Gorillas, Crafts Centre Lefkara, Cyprus Handicraft Centre e Youth Boards)

En.Lace propone una serie di workshop di design in parallelo tra Vinci e la città di Lefkara (Cipro), in cui si esploreranno le possibilità progettuali della lavorazione del merletto Lefkaritiko (un’intricata forma di ricamo dichiarata patrimonio immateriale dall’Unesco) e le sue possibili applicazioni nella progettazione di altri oggetti contemporanei.

Paesaggio

Cartografie tra fotografia e immagini spaziali

(a cura di Festival internazionale di visual narrative Cortona On the Move)

A partire dalle tre famose cartografie del territorio toscano disegnate da Leonardo, il progetto vuole raccontare con il linguaggio della fotografia la trasformazione di quei paesaggi, per osservarli con uno sguardo contemporaneo. Il festival internazionale di visual narrative Cortona On The Move affiderà a dieci grandi fotografi il compito di riprendere e di esplorare quei luoghi con l’obiettivo di realizzare nuove cartografie: immagini di un moderno atlante.

Abitare i luoghi l’esperienza dal vivo nei paesaggi urbani e in quelli rurali

(a cura di Le Dimore del Quartetto)

Le Dimore del Quartetto realizzeranno un percorso di ricerca condivisione e divulgazione al quale par teciperanno giovani quartetti d’archi professionisti, il pubblico e un mediatore. I quartetti saranno ospitati per alcune miniresidenze e si esibiranno in contesti molto diversi fra loro: un’officina dell’impossibile, una chiesa, un uliveto o una vigna, un agriturismo, un’impresa.

Immaginari di futuro

(a cura di Mus.e)

Il territorio d’origine di Leonardo, inteso nelle sue relazioni fra ambiente naturale e spazio abitato, sarà la materia di studio su cui costruire una serie di riflessioni più ampie sulla

pianificazione territoriale del presente e del prossimo futuro, fondata su una relazione armonica e sostenibile fra ambiente naturale e intervento umano.

Turismo di qualità come driver di sviluppo socio-culturale

(a cura di Wonderful Italy)

Wonderful Italy metterà a disposizione strumenti e know-how per l’aggregazione e il rafforzamento dell’offerta diffusa di alloggi ed esperienze nell’area di Vinci e contribuirà alla promozione della rete di proprietari di immobili, imprenditori e fornitori locali.

«Madre natura» e i regni dell’impossibile

(promosso da Associazione Montalbano Domani, Associazione Vinci nel cuore, Club per l’Unesco, Comitato Fai, Noi per San Pantaleo, Comitato Fai San Donato, Centro d’Arte Mulino del Ronzone, Associazione Suonamidite onlus, Pro Loco Vinci)

Percorsi esperienziali lungo alcuni itinerari. Fuoco: FERONIA – Dea etrusca del fuoco Cerimonia inaugurale con l’accensione dei fuochi (fasci di luce) sulle torri medievali del Montalbano e dei colli intorno in ricordo delle antiche vie di comunicazione e dei riti purificatori. Acqua: NETH UNS – Dio etrusco dell’acqua Percorsi alle sorgenti  con guide ambientali e storiche e un particolare “navigatore” letterario dedicato ai poeti e scrittori che hanno parlato dell’acqua come metafora della Vita (Montalbano Letterario 2024). Terra: FUFLUNS – Dio della vegetazione Percorsi alle officine e botteghe degli artisti e artigiani del Montalbano. Aria: TINIA – Dio del cielo Percorsi nell’arte contemporanea del territorio e di co-progettazione di nuove installazioni.

Convegni Internazionali “Le Vie di Leonardo Da Vinci”

(a cura di Associazione “Le Vie di Leonardo Da Vinci”)

L’obiettivo è quello di approfondire l’Itinerario Culturale Europeo attorno alla figura di Leonardo Da Vinci per promuovere i valori europei e di cittadinanza universale partendo proprio dall’esperienza di vita del grande pensatore vinciano. I convegni, oltre alla partecipazione delle amministrazioni pubbliche e dei coordinatori dell’Associazione, sono  promossi e organizzati con il supporto di Biblioteca e Museo Leonardiani -Vinci, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci-Milano.

Teseo 2030 – Una tesi al museo

(a cura di Club per l’Unesco di Vinci)

Teseo 2030 vuole dar voce alle idee dei giovani residenti nei comuni di riferimento e renderli promotori di un diverso approccio per affrontare gli studi e di proporsi attraverso la presentazione delle lauree universitarie all’interno dei musei.

Genius has no race or gender

(a cura di Club per l’Unesco di Vinci)

Programma per giovani ricercatori e ricercatrici selezionati/ e con una call internazionale per spendere un periodo di studio e ricerca a Vinci a partire dai temi rappresentativi dell’immaginario Leonardiano.

Festival OFBY FOR Arno il fiume scende al mare: ambienti creativi dell’associazionismo giovanile sull’Arno

(a cura del Museo Remiero in collaborazione con l’amministrazione comunale di Capraia e Limite, in partnership con il Centro Servizi Volontariato Cesvot)

Rimettere al centro il fiume, creando eventi in grado di materializzare presidi creativi stimolando il protagonismo giovanile è il modo migliore per animare il fiume, nelle differenti

stagioni, sostenendo così tenacemente un obiettivo di salvaguardia ambientale poiché è la frequentazione il primo presidio di sostenibilità. Il festival sarà il contenitore che darà spazio alla creatività di associazioni giovanili di esprimersi attraverso appuntamenti aperti a tutte le forme artistiche, della ricerca e dello spettacolo.

Giornata Internazionale della Pace ONU

(a cura di Movimento di liberi cittadini Fiume della Pace)

Il progetto pluriennale di Educazione alla Pace nella Scuola, affronta ogni anno un tema, accompagnato da una mostra ed un convegno aperto a tutta la cittadinanza dell’Empolese-Valdelsa Montalbano, in corrispondenza della settimana in cui si celebrerà la Giornata Internazionale della Pace; il 21 settembre si terrà una Festa per gli alunni e le famiglie presso il Fiume della Pace.

La scuola ha intenzione di effettuare periodicamente la manutenzione del Fiume della Pace per sensibilizzare i giovani alla cura di un bene comune e della Pace. Ogni anno verrà individuato un partner di livello nazionale che organizzi gli interventi specifici e i contenuti su cui lavoreranno gli studenti.

Looking forward

(a cura di Foto Club Vinci)

Foto Club Vinci in collaborazione con fotografi naturalistici anche del National Geographic intende realizzare una mostra fotografica dedicata all’ambiente ed all’interazione dell’uomo su di esso attraverso i progetti fotografici di alcuni dei più famosi fotografi italiani, tra i quali ci saranno i vincitori di importanti premi fotografici internazionali tra cui il Wild Life. L’esperienza sarà sensoriale a 360 gradi con suoni, rumori, musica, luci ed anche tattile con la possibilità di allestire parte del percorso con materiali naturali creando un ambiente suggestivo, immersivo ed accessibile.

Durante il periodo della mostra si terranno anche workshop ed incontri con i fotografi.

I colori della Festa dell’Unicorno

(a cura di Andromeda)

Per il 2024 l’obiettivo è destagionalizzare la Festa dell’Unicorno in 4 momenti diversi dell’anno che interpretino in chiave pop e in linea il target del Festival, i temi di Vinci 2024. Oltre all’evento principale saranno realizzati 3 eventi minori incentrati su: fantascienza, steampunk e comics art.

Dialogo con Il Castel della Nave

(a cura di LavorareCamminare)

Il Castel della nave è il centro antico della Città:  lo stimolo creativo potrebbe essere

rappresentato dalla scultura di Ceroli che, partendo da Leonardo, ha creato un’opera che proprio sui destini dell’Uomo pone l’accento. Trasmigrazioni in mondi onirici, avventure poetiche, viaggi in paesi inesistenti, voli verso l’ignoto, attuati con performances, installazioni, sculture, pitture, azioni teatrali vere e proprie.

Da Vinci Wineport

(a cura dell’artista vinciano Alberto Marconcini in collaborazione con i produttori vitivinicoli

del territorio)

Il progetto consiste nel ricreare grandi opere, figure leonardiane visibili dall’alto. Le opere potranno essere iconografiche attraverso veri disegni realizzati da Leonardo, oppure di fantasia mescolandoli tra loro. Saranno quindi delle vere opere d’arte di grandi figure poste su colline, valli o praterie, che omaggeranno il Genio ed il prodotto d’eccellenza del suo territorio, il vino.

Acquaria festival

(a cura dell’Associazione Acquaria)

L’Associazione Acquaria intende proporsi ogni anno con un calendario di manifestazioni che si svolgeranno all’interno del verde parco di Acquaria e saranno rivolti ad incentivare e armonizzare il rapporto dell’uomo con la natura.

Leonardo No Limits

(a cura di Associazione Misericordia di Vinci e associazione italiana per le Vie di Leonardo da Vinci Insieme da Vinci Ets)

Il progetto pilota ha lo scopo di rendere accessibili e cardio-protetti i luoghi legati storicamente o artisticamente alla figura di Leonardo da Vinci.  Contempla non solo l’accessibilità ai portatori di disabilità motoria sia permanente che temporanea, ma anche le disabilità sensoriali e cognitive, quelle legate all’età, a patologie cardiorespiratorie, per le fino ad arrivare ai problemi legati all’alimentazione, quali allergie, intolleranze alimentari, patologie.

RI-generare – Impossibili costruttori di Futuri possibili

(a cura di Associazione Montalbano Domani, Associazione Vinci nel cuore, Club per l’Unesco, Comitato Fai Noi per San Pantaleo, Mulino del Ronzone, Pro Loco Vinci)

Prevede  il recupero e rigenerazione di una o più aree di rilevanza storica e sociale dismesse per creare un laboratorio (officina) permanente di sviluppo di idee e di capitale creativo.

#ASeedlingPlace: Mostra e installazione partecipativa per lo spazio pubblico

(a cura di Urban Gorillas, A-Place Creative Europe Network)

A Seedling Place è un’installazione partecipativa sviluppata nell’ambito del progetto Creative Europe A-Place e presentata alla Biennale di Architettura di Venezia e nella città di Nicosia (Cipro). L’opera sarà riproposta con una nuova installazione partecipata durante Vinci 2024. L’installazione rimarrà nello spazio pubblico in un formato espositivo, nella forma di un giardino collettivo temporaneo, di cui i residenti si prenderanno cura. Ogni inserimento di una nuova pianta nell’installazione verrà registrata come una nuova storia con l’obiettivo di creare e rappresentare un mosaico di tutti i residenti che contribuiranno alla cura del giardino.

W.o.W – Workshop on Wheels

(a cura di ConstructLab international collective)

La rete internazionale di artisti, designer e architetti ConstructLab ha sviluppato e perfezionato “Workshop on Wheels”: un laboratorio mobile agganciabile come rimorchio alle biciclette, con assistenza di motore elettrico.

In occasione di Vinci 2024 propone delle azioni di lenta esplorazione del territorio, di durata variabile e per un totale di diverse settimane, nell’arco del biennio 2022-24 per  scoprire le ricchezze culturali, agricole, manifatturiere e sociali di Vinci e dei suoi dintorni. Nel corso di queste perlustrazioni, verranno effettuate delle tappe presso le comunità locali, in cui avranno luogo laboratori finalizzati alla valorizzazione di materiali locali, o reperiti in loco.

Futuri

Toscani nel Cuore

(a cura di Toscana nel Cuore)

Toscana nel Cuore, brand e portale di promozione territoriale coordinato dagli undici Comuni dell’Unione dell’Empolese-Valdelsa lancia il progetto, che  prenderà forma già a partire dal 2023, con l’obiettivo di costruire una visione comune tra le amministrazioni dell’area e settore privato attraverso formazione, ricerca e innovazione, programmazione culturale.

Arte All’Arte

(a cura di Associazione Arte Continua)

L’obiettivo è di invitare affermati artisti di nazionalità diversa a realizzare progetti ideati per i singoli comuni coinvolti nell’iniziativa. Le opere degli artisti nascono all’esito di una loro permanenza nelle città e collocate in spazi pubblici. Arte all’Arte è un progetto partito dalla

campagna, perché mentre in passato le città erano come delle isole all’interno della campagna, ora è vero il contrario.

European Creative Roof top Netwok

(proponente e partner Urban Gorillas, Creative Europe European Creative Rooftop Network, Post Disaster Rooftops)

Il collettivo internazionale di designer, artiste, architette, Urban Gorillas, si propone di organizzare una serie di eventi e dibattiti artistici per presentare i risultati del progetto

ECRN e connettersi con iniziative simili in Italia. Location saranno i tetti della Città di Vinci e delle altre città coinvolte da Cultura dell’Impossibile.

Start Park (SP)

(a cura di Codesign Toscana e Idra srl)

SP rappresenta un processo innovativo che ha come obiettivo la co-progettazione insieme a cittadini, creativi, professionisti e amministratori di parchi urbani resilienti rispetto alla crisi climatica e, in particolare, agli eventi estremi che si ripercuotono sulle nostre città. L’idea è quella di ripensare e riprogettare le nostre aree verdi con elementi multi-obiettivo e Green- Blue Insfrastructure (GBI) e, allo stesso tempo, portare attività aggregative, didattiche e divulgative con la cittadinanza costruendo una comunità resiliente.

Una nuova piattaforma integrata per i servizi territoriali

(a cura di Gruppo Sesa)

Il Gruppo Sesa sarà a capo di un progetto strategico per l’ideazione e implementazione di una piattaforma integrata di servizi per il territorio, uno strumento di fruizione per tutte le amministrazioni coinvolte da Vinci 2024, che renderà possibile la gestione coordinata e agile dei servizi al cittadino, l’offerta culturale, il sistema di accoglienza e mobilità,

oltre che la promozione delle eccellenze territoriali e di raccolta proposte dal territorio.

La piattaforma nasce con l’obiettivo di superare la frammentarietà dell’offerta sull’Empolese Valdelsa e comuni del Montalbano.

Wiki si diventa

(a cura di Wikimedia)

Vinci Capitale della Cultura 2024 in collaborazione con Wikimedia Italia intende farsi promotrice di partenariati strategici che hanno l’obiettivo generale di aumentare la rilevanza, la rilevabilità e l’accessibilità del patrimonio culturale legato alla città, dando modo a compositi gruppi di persone di partecipare nella ricerca e nella condivisione di nuova conoscenza attraverso iniziative di citizen science. Questo progetto coinvolge il patrimonio intangibile delle opere di Leonardo racchiuso nell’archivio digitale di e-Leo ed è pensato in ottica strategica di sviluppo digitale per la Visione Futuri.

Bike Hub

(a cura di Associazione Arte Continua)

Il progetto mira a realizzare un sistema diffuso di offerte e servizi integrati che promuovano

un turismo sostenibile e inclusivo, volto alla valorizzazione di percorsi e iniziative per il cicloturismo e il turismo slow, attraverso la creazione, lo sviluppo e la commercializzazione di nuovi percorsi di cicloturismo che uniscono i comuni del territorio grazie alle strade secondarie.