Vinci, dal 30 maggio aperte le iscrizioni per i centri estivi 

Vinci, dal 30 maggio aperte le iscrizioni per i centri estivi 

Previsti progetti per tre fasce di età: bambini dai 4 ai 6 anni, dai 7 agli 11 anni e ragazzi da 11 a 14 anni

Vinci, 27 maggio 2022 – Dal 30 maggio fino al 21 giugno saranno aperte le iscrizioni ai centri estivi “Vinci Estate 2022”, col filo conduttore di mantenere i legami in una dimensione reale e concreta dopo il periodo del Covid. La società cooperativa Eskimo ha presentato due progetti: “Storie di pace”, per le bambine e i bambini da 4 a 6 anni, e “Viva la pace” per le bambine e i bambini da 7 a 11 anni. Le iscrizioni per i centri estivi organizzati dalla cooperativa Eskimo potranno essere effettuate esclusivamente on line: tutte le informazioni si trovano sul sito  www.eskimocoop.it.

Attivato anche il centro estivo per i ragazzi 11-14 anni organizzato dalla Cooperativa sociale “Il Piccolo Principe”, gestore del Cag: le iscrizioni al centro denominato “Legami: esperienze e creatività” potranno essere effettuate fino al 10 giugno alla sede del Cag, nei locali della scuola media di Spicchio-Sovigliana, dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19.30, oppure on line fino al 21 giugno. Sul sito www.cooperativailpiccoloprincipe.it  tutte le istruzioni .

Per i centri estivi rivolti alle bambine e ai bambini in età da scuola dell’infanzia e scuola primaria, il Comune di Vinci ha messo a disposizione la somma di 15.000 euro per contribuire alle rette delle famiglie a seconda delle fasce Isee, attraverso l’erogazione di voucher settimanali fino ad esaurimento delle risorse. Per il centro estivo rivolto alle ragazze e ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni sono previste tariffe agevolate a seconda della fascia Isee di appartenenza e riduzioni. La domanda di agevolazione tariffaria dovrà essere presentata solo se non è stata fatta richiesta per i servizi scolastici per l’anno 2021-2022 e deve essere inoltrata al momento dell’iscrizione entro il 21 giugno.

“Mai come in questo momento abbiamo bisogno di seminare la pace, partendo soprattutto dalle nuove generazioni, da coloro che sono inondati continuamente dai media da immagini di guerra – ha detto l’assessore alla Pubblica istruzione Chiara Ciattini -. E’ importante affrontare insieme agli educatori questo tema, elaborandolo e parlandone in modo tale che si depositi nei bimbi la necessità della Pace come bene primario per la vita”.

“Come amministrazione vogliamo dare un segnale di attenzione al mondo degli adolescenti, che nei due anni di pandemia hanno vissuto molte limitazioni e sopportato pesanti costrizioni soprattutto per quanto concerne la loro socialità – ha sottolineato l‘assessore alle Politiche giovanili Mila Chini -. Il filo conduttore dei laboratori creativi sono i legami, come crearli e mantenerli in una dimensione reale e concreta”.