Valdisieve, Emiliano Fossi: “Qui c’è bisogno di una Casa della salute”

Valdisieve, Emiliano Fossi: “Qui c’è bisogno di una Casa della salute”

Il candidato del centrosinistra nel collegio della provincia di Firenze per la Camera: “Le risorse del Pnrr non possono essere rimesse in discussione, è un’occasione storica”

Pontassieve, 21 settembre 2022 –La Valdisieve soffre da tempo dell’endemica carenza dei medici di famiglia, situazione ulteriormente aggravata dalla mancanza di una Casa di comunità, o Casa della salute, che diventi punto di riferimento della sanità territoriale. Le risorse del Pnrr già destinate alla realizzazione delle Case di comunità non possono, perciò, essere rimesse in discussione”. 
A dirlo è Emiliano Fossi, candidato del centrosinistra nel collegio della provincia di Firenze per la Camera.

“La necessità di una Casa di comunità – ricorda Fossi – è stata ribadita dai Consigli comunali di Pelago, Pontassieve e Rufina, che già nell’aprile 2021, hanno approvato un ordine del giorno congiunto perché la Casa di Comunità sia realizzata nell’ex area ferroviaria di Pontassieve, di proprietà comunale, immediatamente disponibile e facilmente raggiungibile per la sua collocazione nei pressi della stazione”. 
“La Casa di Comunità – dice Fossi – dovrà essere sede di tutte le prestazioni extra-ospedaliere: dalla diagnostica alla terapia, dalla medicina specialistica al presidio infermieristico. Dovrà comprendere i servizi già presenti nel Poliambulatorio di San Francesco, nel Consultorio e nel Centro diurno di Pontassieve, con la presenza dei medici di base e il coinvolgimento delle associazioni che si occupano di sociosanitario, Misericordia e Croce Azzurra”.

“Non dobbiamo farci sfuggire un’occasione irripetibile – sostiene Fossi – C’è la volontà delle amministrazioni locali, la decisione regionale di un forte sistema sanitario pubblico territoriale (le Case della Salute in Toscana dovranno passare dalle attuali 70 a 116), la possibilità di impiego di ingenti risorse europee e la ricostituzione della Società della Salute nella zona socio sanitaria del Sud Est Fiorentino. La durissima lezione della pandemia non può passare invano”.