Vaccino, Medici Firenze: “Casi Covid tra sanitari vaccinati, serve la terza dose, non c’è più tempo”

Vaccino, Medici Firenze: “Casi Covid tra sanitari vaccinati, serve la terza dose, non c’è più tempo”

Il presidente dell’Ordine, Pietro Dattolo: “Dobbiamo proteggere subito chi lavora a fianco dei soggetti più fragili.”

Firenze, 4 ottobre 2021 –Abbiamo registrato, dopo molto tempo, nuovi casi di sanitari che sono risultati positivi al Covid e che hanno manifestato una sintomatologia. Sono trascorsi circa dieci mesi dall’inizio delle somministrazioni del vaccino al personale medico in Toscana. Riteniamo che sia fondamentale procede nei tempi più brevi con la terza dose per i numerosi professionisti che quotidianamente lavorano nei reparti e stanno a fianco dei soggetti più fragili. Come un anno fa, proteggere i medici significa non solo difendere uomini e donne che svolgono un’attività imprescindibile per la comunità, e gli ultimi due anni lo hanno dimostrato. Ma anche offrire maggiori tutele ai pazienti che, per cause differenti, si trovano in ospedale e necessitano quindi di un ambiente pienamente sicuro. La campagna vaccinale ha superato nella regione l’80% della copertura ed è un traguardo straordinario di cui tutti dobbiamo andare fieri. Confidiamo che, in parallelo alla popolazione più anziana e ritenuta a rischio per patologie pregresse, si inizi il prima possibile il ciclo della terza dose tra i medici”. Così Pietro Dattolo, presidente dell’Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri di Firenze.