Vaccini, Medici di Firenze: “Partecipare velocemente alla campagna, il Covid non è ancora sconfitto”

Vaccini, Medici di Firenze: “Partecipare velocemente alla campagna, il Covid non è ancora sconfitto”

L’appello del presidente dell’Ordine, Pietro Dattolo: “Intensificare accordi tra Regioni per garantire il vaccino anche in vacanza”

Firenze, 13 luglio 2021 – Non è il momento di rallentare la campagna vaccinale. Sarebbe un grave errore oggi scivolare nell’illusione che l’epidemia sia finita e che non possa più nuocere alla salute. Ci sono ancora decine di migliaia di persone solo in Toscana da immunizzare, sia giovanissimi che ultrasessantenni. Il virus e le sue varianti ancora non sono stati sconfitti definitivamente, per cui è importante ricevere anche la seconda dose. Arrivare all’autunno con larga parte della cittadinanza non ancora protetta sarebbe un rischio troppo alto e una mancanza di responsabilità individuale. Ancora una volta vogliamo rilanciare l’appello a partecipare alla vaccinazione. Serve avere fiducia nella scienza, solo così potremo lasciarci alle spalle i rischi maggiori del Covid, che di certo ancora non è sconfitto. Sopra i 12 anni è ormai possibile per tutti prenotare un appuntamento. Non esistono motivi per non mettersi al sicuro“. Così Pietro Dattolo, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Firenze.

I dati dei contagi sono aumentati nell’ultimo periodo. Dobbiamo riuscire a velocizzare le somministrazioni e i richiami. Auspichiamo quindi che possano arrivare maggiori forniture per procedere ancora più spediti. Sarebbe importante inoltre – aggiunge Dattolo intensificare gli accordi bilaterali tra le Regioni per garantire il vaccino anche durante i soggiorni di vacanza, quando si è lontani dal proprio domicilio. Aiuterebbe a convincere tutti coloro che oggi scelgono di non vaccinarsi per timore di rinunciare alle vacanze”.