Ungulati, Confagricoltura Toscana: “Ok rafforzamento delle polizie provinciali,  ma la svolta è dare più potere agli agricoltori”

Ungulati, Confagricoltura Toscana: “Ok rafforzamento delle polizie provinciali,  ma la svolta è dare più potere agli agricoltori”

Il presidente Marco Neri: “Bisogna fare come in Lombardia, dove è stato autorizzato l’utilizzo di due persone per il controllo selettivo”

Firenze, 3 febbraio 2022 – “Bene il rafforzamento delle funzioni delle polizie provinciali per fronteggiare gli ungulati, ma la svolta passa dal coinvolgimento attivo degli agricoltori”.  Così il presidente di Confagricoltura Toscana, Marco Neri, commenta gli indirizzi appena approvati dalla Giunta regionale toscana sul controllo e il contenimento degli ungulati in ambito agricolo e urbano.

“La direzione è quella giusta – continua Neri – però non ci si può fermare qui, perché è evidente che per far fronte all’emergenza ungulati non basta l’impegno delle polizie provinciali. Bisogna dare un ruolo importante anche agli agricoltori: la Regione Lombardia, ad esempio, ha appena approvato una delibera che consente a proprietari e conduttori di terreni danneggiati di chiedere l’impiego di altri due operatori autorizzati al controllo selettivo degli ungulati”.