Tumori, a Firenze Lilt organizza 5 serate a tavola per sostenere le cure domiciliari

Tumori, a Firenze Lilt organizza 5 serate a tavola per sostenere le cure domiciliari

Torna la festa “Il Galluzzo per la Lilt”, dal 14 al 19 giugno in viale Tanini

Firenze, 10 giugno 2022 – Per 365 giorni all’anno si prendono cura dei malati di cancro, si occupano di prevenzione, di assistenza, di riabilitazione. Per una settimana si mettono anche ai fornelli. I volontari e il personale di Lilt Firenze invitano i fiorentini a partecipare alle cene di “Il Galluzzo per la Lilt”, dal 14 al 19 giugno nell’Area Feste di viale Tanini a Firenze, per sostenere il Servizio di Assistenza Domiciliare della Lega Italiana per la lotta contro i tumori di Firenze: a cucinare e a servire pizze, primi e altri gustosi piatti saranno proprio loro.

Le serate a tavola tornano, per la decima edizione, dopo due anni di sospensione causa pandemia. Il ricavato sarà devoluto in particolare al servizio Camo-Centro Aiuto al Malato Oncologico.

“Finalmente torna questo appuntamento, molto sentito in città e molto importante per il sostengo alle nostre attività” afferma il presidente di Lilt Firenze Alexander Peirano. “E’ un’occasione per stare insieme, per passare momenti piacevoli in compagnia, ma anche per dare un contributo concreto ai nostri servizi, in modo da poter offrire un’assistenza domiciliare gratuita ai malati di cancro e alle loro famiglie”.

Il servizio Camo ha iniziato la sua attività con le modalità attuali nel 2001, in seguito alla stipula di un accordo con l’Azienda Sanitaria Fiorentina che prevede, con una convenzione a totale carico della Lilt la collaborazione con le Unità di Cure Palliative-Leniterapia della zona di Firenze Centro, con quella della zona Sud-Est e con quella della zona Nord Ovest. Compito del Camo è fornire ausili sanitari, aiutare o coadiuvare i pazienti e i loro familiari nel disbrigo di pratiche amministrative come richieste di invalidità, costituire il primo passaggio per la richiesta dell’assistenza integrata mettendo in contatto i medici curanti con i responsabili delle equipe e coordinando il servizio di consegna di ausili con i familiari dei pazienti in caso di dimissioni ospedaliere. È attivo a Firenze, Valdisieve, Val di Pesa, Valdarno e Chianti, Sesto Fiorentino, Calenzano, Campi Bisenzio, Signa, Lastra, Scandicci, Fiesole e Vaglia.