Toscana arancione, Confartigianato “Allarmati da inadeguatezza del Governo. Imprese e sanità ne pagano le conseguenze”

Toscana arancione, Confartigianato “Allarmati da inadeguatezza del Governo. Imprese e sanità ne pagano le conseguenze”

 

Firenze, 9 settembre 2020 – “La retrocessione in zona arancione della Toscana non ci stupisce. Anzi. Purtroppo ci aspettiamo che a breve possa esserci un ulteriore peggioramento delle misure di contenimento del virus anche per la nostra regione. Quello che ci allarma più di tutto è questo muoversi a tentoni e un navigare a vista senza alcuna lungimiranza da parte del Governo. Siamo nel pieno di questa seconda ondata che dall’8 marzo tutti quanti temevano. Ci sono stati 7 mesi potenzialmente utili per lavorare sul trasporto pubblico, sulla sanità e sulla scuola e a pagarne le conseguenze sono come sempre i lavoratori della sanità costretti a turni massacranti e il mondo delle imprese che si trova a fronteggiare un nuovo lockdown mascherato. Come sempre chi lavora viene influenzato in maniera devastante dall’incapacità di chi governa e che non si assume le responsabilità prendendo decisioni più orientate al consenso che dalla reale efficacia.” E’ quanto dichiarato dal presidente di Confartigianato Firenze Alessandro Sorani.