Salute, visite gratuite e olio d’oliva: un aiuto per prevenire i tumori

Salute, visite gratuite e olio d’oliva: un aiuto per prevenire i tumori

Le iniziative di Lilt Firenze per la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica

Firenze, 17 marzo 2022 – Visite gratuite, opuscoli informativi, raccolta fondi, olio extra vergine di oliva come simbolo di una dieta sana. Sono queste le iniziative che Lilt Firenze mette in campo per la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, la campagna di sensibilizzazione che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) organizza dal 2001 per diffondere nella comunità italiana la cultura della prevenzione come stile di vita, prima arma fondamentale per tenere lontana la malattia.

Martedì 22 marzo sono in programma visite senologiche gratuite presso la Misericordia di Fiesole (prenotazioni al numero di telefono 055 576939, info@legatumorifirenze.it), giovedì 24 marzo verrà fatta una raccolta fondi con offerta di olio extra vergine di oliva (simbolo della Campagna) in piazza Artusi nel quartiere di Gavinana a Firenze, e in vari luoghi della città verranno distribuiti vademecum con alcune semplici, ma preziosissime, regole da seguire per salvaguardare la propria salute: non fumare, non bere alcolici, alimentarsi adeguatamente nella giusta stagionalità, fare attività fisica per combattere la sedentarietà e tutte le malattie ad essa correlate, riposare, esporsi al sole con moderazione e sottoporsi a controlli clinico-sanitari periodici.

Secondo il Codice Europeo contro il Cancro, mettendo in pratica nel modo ottimale questi consigli è possibile, nella popolazione europea, ottenere una riduzione del rischio di cancro fino al 18%. Le indicazioni inoltre contribuiscono a ridurre l’incidenza delle altre importanti malattie croniche non trasmissibili, tra cui le principali sono le malattie cardiovascolari e il diabete.

Il cancro oggi è una malattia che si può curare, la percentuale di tumori guaribili ha raggiunto il 65%: ma in questo è fondamentale la diagnosi precoce” afferma il presidente di Lilt Firenze Alexander Peirano. “La pandemia ha fatto rallentare controlli ed esami per le altre patologie e anche le visite di prevenzione, che invece non vanno mai trascurate. Il fattore tempo è determinante, così come lo è uno stile di vita più sano, che comprende attività fisica, dieta mediterranea, attenzione al sole, niente fumo e alcolici.”