Prato, via Settesoldi diventa simbolo di cura

Prato, via Settesoldi diventa simbolo di cura

È l’iniziativa di File e Prato Social Club per simboleggiare amore e protezione
Dall’8 al 14 novembre frammenti di lana colorata appesi alle finestre dei cittadini

Prato, venerdì 5 novembre 2021Via Settesoldi a Prato si trasforma in uno spettacolo open air. Dall’8 al 14 novembre dai balconi e dalle finestre delle abitazioni private saranno appesi frammenti di lana che fanno parte del mantello gigante di 250 metri quadrati realizzato dalla Fondazione File (Fondazione Italiana di Leniterapia) e che simboleggia cura e protezione.

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra File e Prato Social Club, si chiama “Intrecci-amo”. Nell’occasione, Prato Social Club apre le porte della sua sede, al civico 24 di Via Settesoldi, il weekend di sabato 13 (dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 20.30) e domenica 14 novembre (dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30). In queste due giornate, le persone interessate hanno la possibilità di portarsi a casa un “pezzettino” di Mantello, a fronte di una piccola donazione: cappellini, copertine, guanti, borse e tante altre idee regalo originali realizzate dai volontari di File, tutte accomunate da un comune ingrediente alla base, l’amore.


Per gli amanti dei dolci, è poi possibile trovare il Panettone per File, prodotto di grande qualità realizzato da Corsini Biscotti, un dono natalizio all’insegna della solidarietà, perfetto per la famiglia e per gli amici. I fondi raccolti contribuiscono a sostenere File e l’assistenza ai malati gravi e alle loro famiglie sul territorio di Prato.


Il progetto “Intrecci-amo”, patrocinato dal Comune di Prato, è reso possibile grazie alla collaborazione di Confesercenti, Confartigianato, Confcommercio e Cna Toscana Centro, al prezioso supporto informativo dei negozianti pratesi e all’aiuto dei residenti di Via Settesoldi. Per quanto riguarda il mantello di 250 metri quadrati, è stato esposto per la prima volta nella Città di Prato, in Piazza delle Carceri, il 29 ed il 30 maggio 2021, iniziativa che è stata accolta con grande entusiasmo dai cittadini pratesi. Il Mantello è un progetto “vivo”, in divenire, pronto ad ingrandirsi per accogliere altri quadrotti all’uncinetto, realizzati da quanti ancora vorranno aiutarci a riaffermare la forza e la dignità della vita fino all’ultimo istante.


“Grazie ad INTRECCI-AMO, File ha potuto dare nuova voce al principio ispiratore che ha animato il progetto “I Colori della Vita”: ogni punto a maglia, cucito o ricamato, si intreccia all’altro, così ogni vita si intreccia all’altra – commenta la presidente di File (Fondazione Italiana di Leniterapia), Livia Sanminiatelli Branca – INTRECCI-AMO non è altro che un nuovo, colorato, bellissimo tassello del percorso che sta compiendo il nostro Mantello, nato per sensibilizzare sul delicato tema delle cure palliative e, di conseguenza, simbolo per eccellenza di cura, protezione, dignità”.
“È un onore per noi poter ospitare nella “nostra via” e nella nostra sede questa iniziativa promossa da File con la nostra collaborazione – afferma il presidente del Prato Social Club, Niccolò Tabani – Credo sia importante sensibilizzare sulle cure palliative, per informare e avvicinare più persone possibili a un tema così complesso. Per questo ringrazio tutti i volontari che si prendono cura dei pazienti e dei loro cari durante la malattia e dopo il lutto”.
“Siamo davvero felici di partecipare all’iniziativa di Prato Social Club e Fondazione File, che da anni vive giorno dopo giorno l’impegno di stare al fianco delle persone in un momento difficilissimo della loro vita, anche per le loro famiglie – commenta l’assessora Benedetta Squittieri – possiamo solo ringraziare tutti coloro che prendono su di sé una parte di questa sofferenza”.