Ncc, Francesco Ruo (Azione Ncc): “Dispiaciuti per l’esclusione del tavolo per la legalità”

Ncc, Francesco Ruo (Azione Ncc): “Dispiaciuti per l’esclusione del tavolo per la legalità”

Il neo portavoce dell’associazione: “Siamo tra i più rappresentativi, avremmo potuto dare un contributo per la lotta all’abusivismo.
Disponibili ad un confronto futuro, anche sul tema dei controlli delle telecamere”

Firenze, 3 marzo 2022 – “Siamo dispiaciuti per essere stati esclusi dal tavolo convocato dal prefetto di Firenze, Valerio Valenti, alla presenza delle altre rappresentanze dei taxi e degli Ncc e delle massime autorità cittadine. Noi siamo tra i più rappresentativi del settore, avremmo potuto dare un contributo”. Lo ha detto il neo portavoce di Azione Ncc Francesco Ruo, in riferimento al tavolo convocato ieri per trovare delle soluzioni al problema di illegalità e abusivismo nel trasporto pubblico locale non di linea che sono state riscontrate negli ultimi mesi.

“Quello dell’abusivismo – ha aggiunto – è un problema che va risolto, perché danneggia una intera categoria di persone che ogni giorno mettono grande impegno e professionalità nel proprio lavoro. Da parte nostra c’è la massima disponibilità ad un confronto per combattere la concorrenza sleale, vorremmo essere coinvolti”.

Sul sistema di controlli, anche attraverso piattaforme elettroniche in grado di monitorare chi opera senza averne titolo, Ruo commenta: “Controllare è necessario, però vorremmo sapere se anche le altre sigle sono d’accordo con un sistema di telecamere che in pratica controlla tutti. Vorremmo confrontarci per capire se questa è la soluzione migliore contro i furbetti degli Ncc”.