Missione umanitaria delle Misericordie a Lublino

Missione umanitaria delle Misericordie a Lublino

Missione umanitaria delle Misericordie a Lublino, in Polonia, al confine con l’Ucraina. Un volo
umanitario reso possibile da un’intesa tra Ita Airways, Confederazione nazionale delle
Misericordie d’Italia, Federazione regionale delle  Misericordie  della  Toscana e d a l
Coordinamento Misericordie dell’Area Fiorentina, in collaborazione con la Fondazione Ridni.

volontari delle Misericordie hanno scaricato beni di prima necessità, farmaci e kit sanitari raccolti
in Toscana, per poi far salire a bordo 160 ucraini, in gran parte nuclei familiari.

“Le famiglie – spiega il presidente delle Misericordie, Domenico Giani – hanno percorso 140
chilometri per trovare rifugio in Polonia. La straordinaria rete realizzata con le autorità locali ci sta
permettendo operazioni mirate di soccorso alla popolazione. Per questo ringrazio il sindaco di
Leopoli, la Fondazione, il vescovo della città, che sin da subito hanno accolto la nostra
disponibilità. Iniziative di questo genere sono, specie nell’anno del nostro Sinodo, la testimonianza
più alta dell’impegno che le Misericordie hanno dimostrato da sempre”.

“Il soccorso di questi bambini è solo una delle tante operazioni che stiamo portando avanti, a
fianco alla popolazione martoriata dell’Ucraina, ma di certo è una delle più delicate e anche per noi
emozionanti. Voglio ringraziare tutte le Misericordie toscane, che anche stavolta hanno risposto
con una generosità straordinaria. Il nostro impegno continua” dice il presidente della Federazione
regionale delle Misericordie della Toscana, Alberto Corsinovi.
I rifugiati troveranno protezione in Toscana: una volta atterrati a Milano, due pullman li
trasferiranno in due strutture toscane.
“È una delle operazioni più impegnative e importanti realizzate dall’Italia a favore dell’Ucraina, da
quando è iniziata la guerra – ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella -. Per riuscire a
raggiungere questo obiettivo abbiamo fatto un grande lavoro di squadra a Firenze, a partire
dall’impegno della Confederazione delle Misericordie italiane e dalla collaborazione dei volontari”.
“Da quando è iniziato il conflitto ed è emersa in tutta la sua tragedia l’emergenza umanitaria siamo
impegnati a dare il nostro contributo per consegnare beni di prima necessità alla popolazione
ucraina e per potare in salvo quante più vite possibili. Siamo orgogliosi di intraprendere questo
viaggio in sinergia con la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia e la Federazione
regionale delle Misericordie della Toscana”, afferma Andrea Ceccherini, presidente del
Coordinamento Misericordie dell’Area Fiorentina.

Saranno le Misericordie della toscana a curare il trasferimento presso le strutture, gli adempimenti
e le necessità sanitarie in stretta collaborazione con i servizi territoriali.

L’operazione è stata resa possibile grazie anche al contributo di Andrea Longinotti Buitoni, alla
disponibilità di Ita Airways e a una donazione del sindaco di Peccioli (Pisa) Renzo Macelloni.
“Il vicino conflitto in Ucraina ci ha profondamente colpiti e quando è emersa l’opportunità di
partecipare al progetto, abbiamo aderito senza esitazioni” – dichiara Alfredo Altavilla, Presidente
Esecutivo di ITA Airways. “E’ un onore e motivo di orgoglio, aver contribuito alla realizzazione di
questo ponte umanitario e aver dato, con il nostro volo, un concreto aiuto alle popolazioni in fuga
dalle zone del conflitto. Tutto questo è nato grazie alla sensibilità e all’impegno di Andrea
Longinotti Buitoni, un cittadino comune che ha creato le basi per mettere in piedi e rendere reale
questo grandioso progetto”.