Lavoro, migranti a lezione di informatica per programmare il loro futuro

Lavoro, migranti a lezione di informatica per programmare il loro futuro

I corsi sono organizzati dal consorzio Co&So, per il progetto europeo New Talents 4 EU

Firenze, 25 novembre 2020 – Lamine Touré ha dreads spettinati sulla testa, ma idee chiare sul proprio futuro. Ha 29 anni, è arrivato dalla Costa d’Avorio in Italia 5 anni fa. Vuole imparare a usare il computer perché “chi non lo sa usare oggi è considerato analfabeta”. Così si è iscritto al corso di informatica per migranti, rifugiati e richiedenti asilo organizzato dal consorzio Co&So, nell’ambito del progetto europeo “New Talents 4 EU, cofinanziato dal programma the European Union’s Asylum, Migration and Integration Fund (AMIF-2017-AG-INTE 821745). “So che è difficile trovare lavoro ma questo corso mi darà un’opportunità in più” spiega nella sua video intervista Lamine.

Alle lezioni, che danno ai rifugiati la possibilità di apprendere di più sulla codifica informatica e ampliare le proprie competenze digitali, facilitando il loro inserimento lavorativo e quindi l’integrazione sociale, hanno partecipato un centinaio di “studenti”, provenienti da circa 8 diversi Paesi dell’Africa e con differenti livelli di conoscenze digitali: due corsi si sono svolti in presenza la scorsa primavera a Firenze e a Lucca, un terzo è in svolgimento on line. A insegnare loro, docenti di informatica con il supporto di tutor e mediatori culturali.

Il progetto biennale New Talents 4 EU, ha come obiettivo quello di supportare aumentare le competenze di migranti e rifugiati per favorirne l’inserimento nel mondo del lavoro e combattere lo sfruttamento lavorativo. Riteniamo che l’informatica possa essere uno strumento importante per trovare un impiego qualificato e che dia soddisfazioni” spiega Patrizia Giorio, direttrice dell’Area Europa del gruppo Co&So. 
Al termine dei corsi, il primo dicembre è previsto il workshop italiano di sensibilizzazione contro lo sfruttamento del lavoro dei migranti organizzato da Co&So (dalle 15 alle 16.30 su Zoom, non è necessaria la registrazione, informazioni per connettersi qui): parteciperanno Patrizia Giorio, l’antropologa Manuela Soro, il sociologo Andrea Cagioni della cooperativa sociale Cat; moderatore Andrea Cagioni. Il 16 dicembre dalle 14.30 alle 16.30 si terrà invece la conferenza finale del progetto New Talents 4 EU (registrazione a questo link), in cui tutti i partner europei (Simplon.co, Co&So, Diesis, Code Your Future, MIGHelp Association) mostreranno i risultati e le testimonianze dirette sull’impatto che la digitalizzazione e le competenze informatiche hanno sull’integrazione del lavoro dei migranti.