Infrastrutture, Venturi: “Basta polemiche da campanile, Massa e Carrara devono crescere insieme”

Infrastrutture, Venturi: “Basta polemiche da campanile, Massa e Carrara devono crescere insieme”

Il presidente degli industriali di Massa Carrara: “Il Porto non è incompatibile col turismo balneare. L’erosione? Sia al porto di Carrara che a quello di Viareggio ci sono problemi di insabbiamento: affrontare i problemi insieme fa trovare le soluzioni migliori”

Massa Carrara, 24 gennaio 2021 –Assistiamo a cadenza regolare a questioni di campanile: Carrara contro Massa e viceversa. Gli investimenti sul Porto di Carrara nemici del turismo balneare di Massa e viceversa. E’ un modo vecchio di affrontare i problemi che infatti giacciono incancreniti davanti a noi da anni e anni. Forse è giunto il momento di provare altre strade, ad esempio quella di non litigare ma di trovare soluzioni insieme, superando logiche da campanile e visioni miopi” così il presidente della delegazione di Massa Carrara di Confindustria Matteo Venturi interviene sulla polemica innescata dal sindaco di Massa contro lo sviluppo del Porto di Marina di Carrara.

“Certamente l’erosione è un problema che sta mettendo a rischio un intero settore, quello del turismo balneare che per la nostra provincia è il volano principale dell’intera domanda turistica, tuttavia – ragiona Venturi – è altrettanto vero che il colpevole non è il Porto di Marina di Carrara e che certo non si può immaginare di eliminare una delle poche realtà infrastrutturali della nostra provincia che dà risultati sia in termini di crescita che di occupazione”.

“Possiamo immaginare un futuro senza Porto? Non credo. Possiamo immaginare un turismo senza spiaggia? Non penso proprio – aggiunge Venturi -. Allora dobbiamo imparare a coesistere, a convivere e conciliare soluzioni intelligenti che contemplino la tutela del lavoro, dello sviluppo e dell’ambiente. Col dialogo serio e costruttivo le soluzioni si trovano: se da un lato abbiamo l’industria turistica nel litorale massese a rischio, dall’altro abbiamo problemi di insabbiamento sia del Porto di Carrara che del Porto di Viareggio. Chissà che un problema dell’uno non possa essere la soluzione dell’altro”. “Come presidente di Confindustria non mi posso permettere di ingaggiare questioni di campanile – sintetizza Venturi – perché per noi imprese il territorio è uno solo e non una sommatoria di campanili. L’auspicio che voglio rivolgere a tutti i politici quindi è che chi ha la responsabilità di guidare le amministrazioni comunali lasci da parte atteggiamenti antagonisti, e di cooperare per il bene di cittadini ed imprese”.

“Un dato che accomuna tutti i nostri comuni – conclude Venturi – è infatti lo scarso peso politico che troppo spesso la nostra realtà ha ai tavoli che contano sia a Firenze che a Roma. Questo è dovuto anche al fatto che non sappiamo fare squadra e continuiamo a mostrarci divisi. Ma davvero possiamo ancora permettercelo?”