Il Cuore di Firenze per Santa Maria Nuova, il 10 settembre grande cena di beneficenza in piazza SS Annunziata

Il Cuore di Firenze per Santa Maria Nuova, il 10 settembre grande cena di beneficenza in piazza SS Annunziata

Torna l’evento organizzato da Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, Istituto degli Innocenti e Montedomini

Già sold out, la serata sarà un omaggio al personale medico e paramedico per il lavoro svolto nel corso dell’emergenza sanitaria

Firenze, 3 settembre 2020 – Una grande serata di beneficenza, già sold out, il cui obiettivo è raccogliere fondi destinati alla Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, impegnata da mesi a sostenere l’Azienda Sanitaria Toscana Centro nell’acquisto di macchinari, attrezzature e dispositivi. E’ il “Cuore di Firenze”, che ritorna in piazza Santissima Annunziata il prossimo 10 settembre alle ore 20. La charity night è una dei primi grandi eventi in piazza post lockdown in città. 732 posti, ridotti rispetto ai quasi 1.200 dell’edizione precedente, e uno sforzo organizzativo importante per garantire sicurezza e rispetto dei protocolli di tracciamento: all’ingresso sarà misurata la temperatura e gli accessi saranno contingentati e scaglionati ad orari diversi, inoltre sarà garantito il distanziamento tra i tavoli e tra i singoli commensali.

E’ la terza edizione per la manifestazione benefica, che ogni anno si pone obiettivi con finalità sociali che proseguono nel corso degli anni, come la consegna dei 100 defibrillatori alle scuole fiorentine completata in queste settimane.

“Il Cuore di Firenze” è promosso dagli antichi enti caritatevoli di Firenze: Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, Istituto degli Innocenti e Montedomini. La serata offrirà un ulteriore, importante contributo alla raccolta fondi avviata in questi mesi di piena emergenza Coronavirus dalla Fondazione Santa Maria Nuova Onlus che ha convogliato le tante donazioni in ordini di acquisto di attrezzature e dispositivi per supportare le strutture ospedaliere nella cura dei pazienti e nella gestione dei reparti

Nel corso della serata verrà riservato un momento speciale al personale medico e paramedico, per ringraziarli del lavoro svolto nel pieno dell’emergenza sanitaria. In particolare verrà assegnato un riconoscimento speciale a Paolo Morello, direttore generale della Ausl Toscana Centro, e a Rocco Damone, direttore generale di Careggi, per premiare simbolicamente lo sforzo congiunto fatto da tutte le strutture ospedaliere. Per loro, due cuori di bronzo creati per l’occasione da Paolo Penko, realizzati con tecniche di lavorazione tipiche della tradizione fiorentina e impreziosita con la cosiddetta tecnica del “penkato”

L’evento sarà come sempre ricco di iniziative e intrattenimento. Durante la cena, verranno proiettate le immagini del fotografo Massimo Sestini, che ha immortalato infermieri e pazienti affetti da Covid-19 nei reparti di Santa Maria Nuova. Le foto sono state raccolte nella mostra “Indispensabili infermieri” allestita nel Chiostro della Magnolia dell’ospedale e visitabile, nel rispetto delle norme vigenti, solo da sanitari, pazienti e utenti. La musica sarà eseguita dalla Fanfara dei Carabinieri e ci sarà un omaggio al maestro Morricone. In programma anche l’esibizione del gruppo di performer Lumen Invoco. 

“E’ un’edizione particolare in un anno difficile per tutti, ma siamo certi che il cuore grande di Firenze batterà ancora più forte – ha detto Luigi Paccosi, presidente della Fondazione Montedomini – Il prossimo 10 settembre sarà un appuntamento dedicato alla solidarietà e al ricordo, per stringerci intorno alle persone che con il loro impegno hanno combattuto in prima linea, e lo stanno facendo ancora, questa emergenza sanitaria. Come enti caritatevoli continueremo a fare la nostra parte per promuovere progetti dall’alto valore sociale e nonostante la nostra lunga esperienza siamo sempre felicemente sorpresi dalla risposta e dall’umanità dei fiorentini”

“Da mesi lavoriamo senza sosta per concretizzare nel più breve tempo possibile la grande generosità dei donatori e far arrivare nelle corsie degli ospedali attrezzature e dispositivi – ha detto Giancarlo Landini, presidente della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus – La pandemia ha messo a dura prova il sistema sanitario, che ha retto grazie alla professionalità del personale medico e sanitario e anche al supporto di tanti fiorentini, associazioni, realtà pubbliche e private che hanno contribuito a rafforzare le dotazioni ospedaliere con preziosi contributi. E’ la vocazione e la missione degli enti che hanno creato questo circuito di carità prendersi cura dei cittadini e soprattutto portare nei secoli il valore di comunità, di solidarietà e di supporto reciproco. Proseguiamo su questa strada, ogni anno più forti”

“L’Istituto degli Innocenti nasce da un atto di solidarietà – commenta Maria Grazia Giuffrida, presidente dell’Istituto degli Innocenti – e nei secoli ha mantenuto intatto questo valore fondante, adattandolo ai tempi e adeguandosi sempre ai bisogni emergenti e ai contesti sociali. E’ un patrimonio che appartiene a tutti e di cui fare sempre tesoro. Siamo felici di poter ospitare ancora una volta questo evento di beneficenza in piazza SS. Annunziato, circondati dalla bellezza delle struttura che ci ospita. Un luogo che ha visto nascere tante storie di speranza, che fa della generosità il suo motore, diventa la sede perfetta per una manifestazione di solidarietà che coinvolge tutta Firenze”

“Il 2020 è un anno certamente molto particolare, che ha visto il dolore di molte persone e i sacrifici di tutti e che resterà scolpito nella nostra memoria – dichiara Giovangualberto Basetti Sani, Provveditore della Misericordia di Firenze – ma la carità non si può fermare proprio in questo momento. La Misericordia di Firenze di epidemie e catastrofi ne ha viste molte in questi secoli e abbiamo imparato sul campo che l’unico modo per superarle è quello di essere ancora più uniti e vicini a chi ne ha più bisogno, di essere ancora di più comunità. Per molti sarà un anno difficile e proprio per questo mi sento di dire a chi può: continuate a donare”.

I PARTNER

La serata è resa possibile grazie al prezioso supporto dei partner, che quest’anno annoverano anche Mariani Fratelli Srl di Pistoia, storica azienda di allestimento di ambulanze e mezzi di soccorso che nelle settimane d’emergenza ha lavorato incessantemente per supportare e assistere i mezzi di servizio delle strutture ospedaliere di tutta Italia. L’azienda è stata fra i primi ad adeguare i veicoli al trasporto di pazienti affetti da Coronavirus, sia per lunga che per la breve percorrenza. Il gruppo Peragnoli, già sponsor dalla prima edizione, offre l’opportunità di conoscere il mondo E-mobilty per una scelta consapevole guidando a zero emissioni con i propri brands: VOLVO, LAND ROVER, JUAGUAR, SUBARU, SSANGYONG, LOTUS. Un merito particolare va alla Conad Nord Ovest, grazie alla quale sarà possibile degustare durante la serata i prodotti selezionati della cucina toscana. Anche il fashion brand ES’GIVIEN è tra i sostenitori de “Il Cuore di Firenze”, un marchio che da sempre parla di valori come qualità, sostenibilità, innovazione e passione. Per l’occasione. ha scelto di premiare tre donne tra il personale medico ed infermieristico di Santa Maria Nuova, che si sono contraddistinte per il loro impegno e la loro costanza nei difficilissimi mesi di lotta al COVID19. Tra i partner anche il Vivaio Guido Degl’Innocenti che fin dagli anni ’50 ha affiancato alla produzione di iris e di piante da fiore per il giardino, la gestione del verde privato.  

L’adesione all’evento è sempre possibile, in particolare la rete istituzionale di enti caritatevoli fa appello alla sensibilità delle varie realtà imprenditoriali del territorio per ampliare ancora di più le iniziative collegate a “Il Cuore di Firenze”.