Fu l’organo suonato da Puccini, ecco Il progetto degli studenti per restaurarlo e salvarlo dall’abbandono

Fu l’organo suonato da Puccini, ecco Il progetto degli studenti per restaurarlo e salvarlo dall’abbandono

La scuola media Massei nell’ambito del progetto di simulazione d’imprese cooperative (ICS) di Confcooperative

 

Lucca, 18 febbraio 2020 – Promuovere il recupero e il restauro dell’organo della Pieve dei Santi Ippolito e Cassiano, suonato da Giacomo Puccini, e probabilmente utilizzato dal musicista per comporre  alcune opere ritrovate recentemente. È questa la proposta degli studenti della scuola secondaria di primo grado “C. Massei” di Mutigliano, dell’Istituto Comprensivo Lucca 4, nell’ambito del progetto “Verso Toscana 2030” promosso da Confcooperative Toscana e dalla Federazione Toscana delle Banche di Credito Cooperativo, con l’obiettivo di diffondere la cultura cooperativa nelle scuole attraverso la creazione di ICS.

Da 18 anni nella scuola è attivo un progetto musicale attento al patrimonio musicale lucchese e in particolare alla figura di Puccini. Gli studenti di Mutigliano hanno così deciso di dedicare il loro progetto di ICS alla promozione del recupero dello strumento, che, in Lucchesia, è l’unico tra quelli utilizzati da Puccini a non essere funzionante, dimenticato forse perché si trova in una zona rurale e decentrata.

Il restauro dell’organo porterebbe benefici non solo al territorio, in quanto attrazione turistica legata ai percorsi pucciniani, ma anche per l’Istituto scolastico stesso: infatti, nella Pieve dei Santi Ippolito e Cassiano si tiene ogni anno il concerto finale del progetto musicale della scuola “Accordiamoci per Concentrare”, quest’anno in programma il 15 maggio. La costituzione dell’Impresa Cooperativa Simulata, la “Giaco_Pucci gang” (alla presenza del Dott. Luca Silvestrini,  della Bcc di Pescia e Cascina) è avvenuta nella mattina del 17 febbraio proprio nella chiesa, alla presenza delle classi 2 A e 2 C e dei professori tutor tra cui Baroni, Della Santa, Giuliani De Santis, Tonarelli.

Presente Claudia Fiaschi, vice presidente nazionale di Confcooperative e presidente di Confcooperative Toscana, Elisa Guazzelli, socia-lavoratrice della Cooperativa La Gardenia e tutor del progetto, Alessia Biondi, responsabile del progetto per le province di Lucca e Massa, Emilia Ciampanella, dirigente scolastica, e Daniele Cianchi, presidente del Consiglio di Istituto, gli assessori del Comune di Lucca, Ilaria Vietina e Valentina Mercanti oltre ad alcuni consiglieri comunali e al parroco don Alberto Brugioni. 

Siamo felici di poter presentare la costituzione di Imprese Cooperative Simulate, nate sui banchi di scuola su progetti interessanti e utili al territorio, come questo della scuola Massei – commenta Fiaschi – le ics dimostrano come il mondo cooperativo possa trasmettere alla scuola quei valori e quelle competenze che servono a dare ai ragazzi strumenti utili al loro futuro ma anche comunicare entusiasmo e promuovere metodi che valorizzano il lavoro di squadra”.