Fisco, Confartigianato Firenze: “Bene la cedolare secca, una norma a lungo richiesta”

Fisco, Confartigianato Firenze: “Bene la cedolare secca, una norma a lungo richiesta”

Il segretario generale, Jacopo Ferretti: “Una tassazione chiara e semplice anche per le imprese. Un beneficio inatteso”

Firenze, 22 luglio 2021 – “La proposta di legge per l’introduzione della cedolare secca sugli affitti degli immobili in uso ad attività artigiane è una notizia molto positiva. Da molti anni ormai chiediamo che anche per le aziende ci sia la possibilità di optare per questa modalità: una tassazione al 10% netta e chiara, che non dipende dal reddito. Oggi la cedolare secca è prevista solo per i contratti di locazione legati ad immobili ad uso abitativo e quindi non commerciale. Questa introduzione rappresenterebbe un beneficio fiscale importante e inatteso per le imprese anche del nostro territorio fiorentino. Aiuterebbe il settore in una fase di crisi, contrastando la chiusura delle attività e incentivando a investire ancora negli spazi del centro storico. Confidiamo che il Governo si muova definitivamente verso questa direzione. Il tessuto economico fiorentino si fonda in buona parte su imprese artigiane, ma anche a livello nazionale queste rappresentano il 21% del totale delle aziende con quasi 3 milioni di lavoratori. Una misura quindi che agevolerebbe un numero considerevole di imprenditori. Conclusa questo percorso, il prossimo passo su cui impegnarsi riteniamo che siano delle riforme per ridurre il costo del lavoro: un modo per arginare concretamente il fenomeno della disoccupazione e dei licenziamenti che oggi sta allarmando il nostro Paese”. Così Jacopo Ferretti, segretario generale di Confartigianato Firenze.