Firenze Books, Piero Trellini presenta “L’Affaire”

Firenze Books, Piero Trellini presenta “L’Affaire”

Domani, venerdì 29 aprile, alle ore 18, Auditorium Confartigianato Firenze

Lo scrittore con il nuovo libro dedicato al caso Dreyfus

 

Firenze, 28 aprile 2022 Il celebre “J’accuse” di Émile Zola, la scesa in campo di Marcel Proust, il suicidio del tenente colonnello Henry… L’affaire Dreyfus divise la Francia di fin de siècle. Complotto o errore giudiziario? Di sicuro il termometro dell’antisemitismo imperversante nella società e nel clima politico francesi del periodo.

Una vicenda che lo scrittore Piero Trellini ripercorre aggiungendo nuovi particolari nel libro “Presentazione L’Affaire. Tutti gli uomini del caso Dreyfus” (ed. Bompiani ), al centro dell’incontro con l’autore, venerdì 29 aprile alle ore 18 all’Auditorium di Confartigianato Imprese Firenze, nell’ambito di “Firenze Books”, il progetto di Confartigianato Imprese Firenze nato per valorizzare le librerie indipendenti, la professione del libraio e la filiera del libro.

Ingresso libero con registrazione al sito https://bit.ly/37Elj6U.

Nella Parigi di fine ‘800 si incrociano i destini di una signora delle pulizie, un colpevole, un innocente, un indagatore e un romanziere. L’innocente è l’irreprensibile capitano Dreyfus. Per una incredibile concatenazione di eventi viene arrestato, accusato di tradimento, strappato alla sua famiglia e spedito in un’isola circondata dai pescecani. La giustizia si ferma ma gli eventi corrono: la rete è quella dei treni, la viralità è nei salotti, in mezzo c’è la stampa che proprio in quei giorni impara a pilotare l’opinione dei lettori. Il caso divide in due un paese intero, costringendo chiunque a scegliere da che parte stare. Travolge le vite di Proust, Zola, Rodin, Clemenceau, Degas e molti altri (compreso Oscar Wilde). Genera la fine degli impressionisti, il concetto di “diritti umani”, lo sfondo della Recherche, le ninfee di Monet e il Tour de France. Il secolo delle scienze permette poi di conquistare la scena anche a una parata di ciarlatani. E sarà proprio per contrastarli che scrittori, scienziati e artisti si accorgeranno per la prima volta di poter cambiare il mondo. Per tutti loro, futuri primi ministri e premi Nobel, quella formidabile crisi rappresenterà una stagione irripetibile. La più grande della vita.

Giornalista, scrittore e autore televisivo, Piero Trellini ha pubblicato” La partita. Il romanzo di Italia-Brasile” (Mondadori; Premio Bancarella Sport 2020, Premio Ape 2020, Premio Mastercard Letteratura “Opera prima” 2020, Premio “Giuria tecnica” Massarosa 2020); “Danteide” (Bompiani) e “L’Affaire”, sempre per Bompiani.