Fi-Pi-Li, Confartigianato Empoli: “Sosteniamo la proposta dei sindaci, intervento risolutivo non più rinviabile”

Fi-Pi-Li, Confartigianato Empoli: “Sosteniamo la proposta dei sindaci, intervento risolutivo non più rinviabile”

Firenze, 29 giugno 2021 –Siamo totalmente d’accordo con la proposta dei sindaci sulla necessità di risolvere il problema infrastrutturale della Toscana centrale. Ci mettiamo al loro fianco e proponiamo la creazione di un tavolo di lavoro per raccogliere idee e fare proposte concrete per superare questo gap ormai insopportabile”. Così Marco Costoli, presidente di Confartigianato Empolese Valdelsa prende posizione sulla lettera aperta indirizzata al Ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, e al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, dai Sindaci toscani che gravitano intorno alle aree produttive.

La Fi-Pi-Li – continua Costoli – è un’arteria di comunicazione fondamentale per la Regione, nel nostro territorio non c’è azienda che non abbia a che fare con questa strada e con tutte le sue criticità. Cantieri infiniti, incidenti, code, rallentamenti sono il pane quotidiano delle imprese del territorio che lamentano danni ingenti e non più sopportabili”.  Per il presidente di Confartigianato Empolese Valdelsa la prospettiva di interdire l’accesso alla Fi-Pi-Li ai Tir, spostandoli in autostrada non è la soluzione giusta. “Quella di limitare il traffico non è la soluzione corretta, perché più passano gli anni, più saranno i mezzi sulla Fi-Pi-Li e più grandi saranno i problemi. A nostro avviso la soluzione è ampliare questa infrastruttura e migliorarne la viabilità, ne gioveranno tutti: imprese, cittadini, turisti e pendolari. Appoggiamo senza dubbio l’ipotesi di realizzare una terza corsia e siamo certi che ora, sfruttando i fondi del Recovery Fund, sia davvero il momento per passare dalle parole ai fatti. Se perdiamo questa occasione, la Fi-Pi-Li resterà per sempre un problema della Toscana anziché esserne una risorsa”