Crisi, Aidda Toscana, “Unica strada per i piani di ripresa post-pandemici è la sostenibilità”

Crisi, Aidda Toscana, “Unica strada per i piani di ripresa post-pandemici è la sostenibilità”

Domani un webinar con Grazia Francescato dedicato alla comprensione della trasformazione economica ed ecologica in atto

all’interno degli “Incontri di AIDDA “anticipando il G20″

Firenze, 11 febbraio 2021 – “Interconnessione, cura, sostenibilità sociale, economica e ambientale sono valori ‘al femminile’ che, tradotti in scelte e strategie concrete, possono rappresentare vere e proprie stelle polari per la ripartenza dopo lo shock causato dalla pandemia Covid-19”: così Paola Butali, presidente di Aidda Toscana-Associazione delle donne imprenditrici e dirigenti d’azienda, presenta l’iniziativa online organizzata il 12 febbraio dall’associazione, un webinar con la partecipazione di Grazia Francescato, già presidente del Wwf Italia e parlamentare, oggi membro del Consiglio generale di Aspen Institute.

La situazione attuale non permette margini di ritorno al passato, deve essere ricostruito un futuro in una visione sostenibile, dal punto di vista economico, sociale e, soprattutto, ambientale. Questo e’ un processo che AIDDA nazionale avvia partendo dal W20 e che durerà fino al 2023″, AIDDA c’è e punterà, almeno per i prossimi due anni, a cercare di essere protagonista nell’aiutare questo processo di transizione con un ambizioso programma nazionale  di formazione ed informazione  per comprendere ed adeguarsi alle necessità di un nuovo modello”, spiega Butali. Il nostro obiettivo è permettere al maggior numero di imprese possibile di adeguarsi ad un nuovo modello di business, evitando il rischio di morire durante il processo di transizione”. Proprio la valorizzazione dell’imprenditoria femminile e la maggiore inclusione finanziaria femminile, secondo Aidda, vanno in una direzione favorevole alla transizione ecologica, perché “le donne – sottolinea la presidente regionale – pongono naturalmente alla base delle proprie azioni anche imprenditoriali il valore della “cura” dell’impresa, sia rispetto alle relazioni che rispetto all’ambiente”.