Covid, Ricciardi: “Ha capacità di mutazione con rapidità senza precedenti”

Covid, Ricciardi: “Ha capacità di mutazione con rapidità senza precedenti”

Il consigliere del Ministro della Salute all’evento della Fondazione Italia in Salute, oggi a Roma: “Abbiamo bisogno di un livello avanzato di conoscenze scientifiche ma anche di efficacia ed efficienza dell’organizzazione sanitaria”

Roma, 10 maggio 2022 – “Il mondo deve fronteggiare sfide esistenziali che nessuno può vincere da solo: la prima è il cambiamento climatico, sottovalutato nelle sue implicazioni sulla salute. La seconda è la pandemia”.

Lo ha detto Walter Ricciardi, presidente del Comitato Scientifico Fondazione Italia in Salute, consigliere del Ministro della Salute, oggi, durante la presentazione alla Casa dei Cavalieri di Rodi del volume “Responsabilità, rischio e danno in sanità – La sicurezza delle cure dopo la pandemia di Covid-19” il nuovo libro curato da Federico Gelli e da Maurizio Hazan, insieme a Daniela Zorzit e Fidelia Cascini (edito da Giuffrè in collaborazione con Fondazione Italia in Salute), dedicato a un’analisi critica e aggiornata della legge 24/2017.

“La lotta perenne che noi abbiamo da sempre contro i virus e i microrganismi, nella maggioranza dei casi ci ha visto prevalere anche quando non avevamo gli enormi strumenti tecnologici che abbiamo oggi. Quello che è incredibile è che gli strumenti tecnologici che abbiamo non li usiamo fino in fondo per sconfiggere una pandemia che invece continuerà. Mi spiace disilludervi. Vengo dagli Stati Uniti dove i colleghi sono terrorizzati perché quello che sta succedendo nella lotta contro questo Coronavirus è qualcosa che non si è mai visto precedentemente: una capacità di mutazione così rapida. L’hanno tutti i virus, ma una “immune escape” così non si è mai vista. Negli Usa sono già in rapidissima evoluzione due sottovarianti, di Omicron che hanno una capacità di contagiosità enormemente superiore al ceppo di Wu Han. E questo crea problemi nel momento in cui noi non utilizziamo appieno quello che sono le tecnologie e le conoscenze di sanità pubblica, cioè una campagna vaccinale estensiva in tutto il mondo, la capacità di convincere le persone a vincere la loro esitazione vaccinale, convincere le persono a usare le mascherine”.

Per vincere queste sfide “abbiamo bisogno di un livello avanzato di conoscenze scientifiche ma anche di efficacia ed efficienza dell’organizzazione sanitaria”.

“Nel nostro Paese – ha detto Ricciardi – abbiamo bisogno di una grande operazione di verità per mantenere l’efficienza del servizio sanitario nazionale: continuare a essere orgogliosi di quello che il servizio sanitario nazionale rappresenta ma smettere di raccontare la favola che è il migliore al mondo perchè quello che si sta determinando dopo la tempesta perfetta del Covid è la tempesta perfetta della fine del servizio sanitario nazionale: tutte le forze politiche sono d’accordo nel mantenerlo ma c’è una incapacità nel prendere tempestivamente le misure necessarie per renderlo competitivo”.