Covid, open day per la terza dose del vaccino a Reggello

Covid, open day per la terza dose del vaccino a Reggello

Appuntamento a Matassino venerdì 5 novembre dalle 10 alle 15. L’iniziativa “Vaccino dì”, lanciata da Ordine dei Medici, Federazione Regionale Misericordie della Toscana e Coordinamento Misericordie Area Fiorentina  e sostenuta da Regione Toscana e Usl Toscana Centro

Firenze, 3 novembre 2021 – Il prossimo open day per vaccinarsi sarà a Matassino nel Comune di Reggello. Appuntamento venerdì 5 novembre, dalle 10 alle 15 in piazza della Libertà. 

L’iniziativa “Vaccino dì – Il vaccino non è mai stato così vicino”, è promossa dall’Ordine dei Medici di Firenze, il coordinamento operativo è in capo alla Federazione Regionale Misericordie della Toscana e al Coordinamento Misericordie Area Fiorentina ed è sostenuta da Regione Toscana e Azienda Usl Toscana Centro.

Chiunque si presenti con la tessera sanitaria potrà ricevere una dose di Pfizer senza alcuna prenotazione, ad accesso libero. Ci si può vaccinare con la prima dose per chi non l’ha ancora fatta ma sarà possibile anche fare la terza per chi ne ha già diritto, ovvero per chi ha ricevuto la seconda da almeno 6 mesi e rientra nelle categorie previste: over 80, personale sanitario, persone con elevata fragilità.

Il piano per le somministrazioni, che ha già raggiunto oltre l’82% della popolazione regionale, non si ferma e torna tra la gente con un’iniziativa che ha già debuttato a Firenze.

“Purtroppo l’epidemia non è ancora sconfitta, l’incidenza dei contagi è salita nelle ultime settimane e dobbiamo fare il possibile per evitare di tornare all’emergenza con chiusure e limitazioni. Lo strumento che abbiamo a disposizione è la vaccinazione e il personale sanitario è ben consapevole che serve fare un altro sforzo per portare il piano di vaccinazione tra la gente anche con iniziative di promozione che possono accelerare la copertura. La terza dose poi è essenziale e non rinviabile per la fascia di popolazione più debole mentre andiamo incontro alla stagione fredda”, dice Maria Grazia Mori, consigliera dell’Ordine dei Medici di Firenze.

“Il volontariato in Toscana rappresenta un’eccellenza, non c’è settore della nostra vita sociale che non ne usufruisca e la sanità è la punta di diamante dello sforzo del nostro terzo settore, dai servizi di emergenza-urgenza alla campagna vaccinale. Le Misericordie sono in campo dal primo minuto di questa pandemia e non molleranno di un centimetro”, aggiunge il presidente del Coordinamento Misericordie Area Fiorentina Andrea Ceccherini.