Contributi affitti, oltre 100mila euro a 52 famiglie colpite dagli effetti economici della pandemia

Contributi affitti, oltre 100mila euro a 52 famiglie colpite dagli effetti economici della pandemia

In erogazione in questi giorni le risorse stanziate dal bilancio comunale che vanno ad aggiungersi a quelle regionali e del Fondo Sociale Europeo

L’assessore Morbis: “Siamo soddisfatti di questo risultato, frutto di un lavoro in prima linea a sostegno delle fasce più bisognose; un impegno che prosegue per garantire un diritto primario: quello alla casa”

San Gimignano, 9 giugno 2022 – Oltre 42mila euro dal bilancio comunale a sostegno di 52 famiglie del territorio. E’ l’impegno straordinario messo in campo dall’amministrazione comunale di San Gimignano in tema di contributi affitti per l’anno 2021. Sono infatti in erogazione in questi giorni le risorse stanziate dal bilancio comunale che vanno ad aggiungersi a quelle regionali e del Fondo Sociale Europeo per un importo complessivo superiore ai 100mila euro di contributi. Sono state così soddisfatte tutte le domande in graduatoria 2021 a sostegno delle fasce più deboli della popolazione e alla luce anche dell’emergenza Covid.

“Abbiamo ritenuto fondamentale utilizzare queste risorse per soddisfare al 100% i nuclei familiari che rispondevano ai requisiti per accedere al contributo affitti del 2021 – spiega l’assessore alle politiche sociali e abitative Daniela Morbis -. Siamo consapevoli che le difficoltà economiche di molte famiglie, indotte in gran parte dall’onda lunga degli effetti pandemici, sono contingenti e si è ritenuto importante fare tutto il possibile per erogare maggiori risorse sin da subito. Siamo soddisfatti di questo risultato, frutto di un lavoro in prima linea a sostegno delle fasce più bisognose del nostro territorio; un impegno che prosegue per garantire un diritto primario: quello alla casa. Un sostegno concreto a famiglie e persone in difficoltà economica, che non hanno più un reddito o che lo hanno visto tagliato in maniera consistente, anche a causa della pandemia, e che per questo non riescono a pagare l’affitto dell’abitazione in cui vivono”.