Brandimarte festeggia i 3 anni di riapertura del negozio a Firenze

Brandimarte festeggia i 3 anni di riapertura del negozio a Firenze

Domani il brindisi con una serata evento in piazza
Confartigianato: “Il sapere artigiano è patrimonio vitale della città”

Firenze, 14 ottobre 2021 – Brandimarte, marchio storico fiorentino della lavorazione dell’argento, celebra il terzo anno dalla riapertura del negozio nel centro storico di Firenze e lo fa con un brindisi insieme alla città e un omaggio a Dante, nel settecentenario dalla scomparsa di Dante Alighieri.

Domani dalle 19 alle 21 nella piazzetta di fronte alla boutique di via del Moro 92/r, la titolare Bianca Guscelli, terza generazione di Brandimarte, accoglierà le istituzioni cittadine, i clienti e gli amici per festeggiare il compleanno, con l’iniziativa “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, con il patrocinio di Confartigianato Imprese Firenze e del Comune di Firenze: il titolo riprende l’ultimo verso dell’Inferno della Divina Commedia (Inferno XXXIV, 139), è un omaggio a Firenze e al Sommo Poeta, ma vuole essere anche un messaggio di speranza per il futuro.

E’ il primo evento che organizziamo dopo un anno e mezzo dall’inizio della pandemia” spiega Bianca Guscelli, nipote di Brandimarte Guscelli, fondatore del marchio nel 1955. “Vogliamo lanciare un messaggio di speranza e di positività, in un periodo segnato dalla riaperture in cui è possibile ritrovarsi di nuovo insieme, seppure con le dovute attenzioni, dopo mesi così difficili. Da qui il titolo scelto, una frase che farà da leitmotiv della serata e che è anche incisa sulle medaglie storiche di Brandimarte dedicate a Dante, cesellate a mano dai maestri argentieri”.

“Ci uniamo con gioia al compleanno di Brandimarte, che testimonia come l’artigianato sia un patrimonio vitale e vivace di Firenze, e possa essere una leva per la ripartenza economica, sociale e culturale, soprattutto per i giovani” commenta Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Imprese Firenze.

La serata, che si svolgerà all’aperto nel rispetto delle misure anti Covid, sarà allietata dalla presenza di Dante (forse accompagnato dalla sua musa ispiratrice Beatrice), impersonificato dalla guida turistica dantesca Riccardo Starnotti, dagli stornelli cantati da Gianmaria Vassallo, da un catering a passaggio e da spettacoli-sorprese. Parteciperanno anche madonne fiorentine del Corteo storico della Repubblica Fiorentina, alfieri e vecchie glorie dei 4 colori del Calcio Storico.