Artigianato, a Borgo San Lorenzo la mostra mercato delle eccellenze promossa da Co&So

Artigianato, a Borgo San Lorenzo la mostra mercato delle eccellenze promossa da Co&So

L’evento “Apotheca-Mostra e Mercato” è in programma il 18 e 19 dicembre al Monastero di Santa Caterina

Borgo San Lorenzo (Firenze), 9 dicembre 2021 – Il 18 e 19 dicembre il gruppo cooperativo “Co&So” (insieme alla Fondazione della Cittadella di Santa Caterina), Consorzio Fabrica e Apotheca Market – con la partecipazione di Coldiretti – organizzano a Borgo San Lorenzo l’evento “Apotheca – Mostra e Mercato”, al Monastero di Santa Caterina, in via San Francesco a Borgo San LorenzoUna mostra mercato, patrocinata dal Comune, che coinvolge oltre 30 realtà, per valorizzare l’artigianato e le eccellenze locali. I visitatori potranno accedere al Monastero dalle 10 alle 19, esibendo il Green Pass: l’ingresso è gratuito.

“I protagonisti dell’evento – ha dichiarato Roberto Manetti, organizzatore per Co&So e direttore area inserimento lavorativo della coop – sono gli artigiani e anche i settori agricoli e food. Vogliamo mostrare a tutti le eccellenze del territorio e questo è anche un modo per far vedere ai cittadini un luogo bellissimo, il Monastero di Santa Caterina. Questa iniziativa rientra tra quelle organizzate dal Comune per il Natale, come anche l’esibizione del coro itinerante, che partirà alle ore 16 del 18 dicembre dal Monastero per poi proseguire in centro storico. Inoltre la cooperativa di ‘Co&So’ ‘ConVoi’ sarà presente alla mostra mercato con un laboratorio, dove all’interno saranno vendute speciali calamite realizzate da ragazzi e giovani adulti con disturbo dello spettro autistico”.

Tra i promotori c’è anche Apotheca Market, di cui fanno parte Camilla Bruzzi, Ilenia Chiari, Alice Gori, Alice Pasi e Rebecca Rontini: “Le persone – si spiega – potranno acquistare prodotti, l’idea non è quella del classico mercato di Natale ma di un market dove conoscere le eccellenze del territorio. Ci saranno prodotti artistici in ceramica o in legno. Saranno presenti gioiellieri che seguono le vecchie lavorazioni, come ad esempio quella del bronzo. Il nostro obiettivo è anche quello di mostrare a tutti il potenziale della Cittadella di Santa Caterina, un luogo che deve tornare a splendere e su cui è in corso un progetto per la riqualificazione”.