Affitti turistici, gli imprenditori immobiliari: “Norme della Regione Toscana sono incostituzionali”

Affitti turistici, gli imprenditori immobiliari: “Norme della Regione Toscana sono incostituzionali”

Il presidente di Property Managers Italia Fagnoni e il nuovo Testo unico sul turismo: “Solo lo Stato ha potere in materia, siamo pronti ad opporci in ogni sede”

Firenze 5 marzo 2024. “Una regolamentazione degli affitti turistici da parte della Regione Toscana è incostituzionale, perché l’amministrazione regionale non ha poteri in materia di locazioni, sia tradizionali che a scopi turistici”.

A dirlo è il presidente di Property Managers Italia, Lorenzo Fagnoni, che interviene il giorno dopo l’approvazione del nuovo Testo unico per il turismo da parte della Giunta regionale.

“Siamo al teatro dell’assurdo. Da un lato – dice Fagnoni – prima il Comune di Firenze e ora la Regione si arrogano poteri di cui non dispongono, invitando i singoli Comuni a decidere autonomamente su una materia che non li compete. E contro queste nuove norme regionali noi siamo pronti ad opporci in ogni sede, come già fatto nel caso del regolamento per le locazioni turistiche della giunta Nardella. Dall’altro, la regione che nel 2023 ha fatto segnare i maggiori volumi turistici in Italia continua a promuoversi nel mondo, anche direttamente, mediante le attività dei suoi assessori, ma poi invoca il dramma dell’overtourism che cambia il volto dei nostri territori. Ma se c’è una sovraesposizione della Toscana sul mercato turistico, perché continuare a spingere sulla promozione?”.

“Il punto di fondo – conclude Fagnoni – è che sulle norme sugli affitti turistici l’unico soggetto competente è lo Stato. Tutti gli altri scatti in avanti sono da considerarsi destituiti di fondamento, adesso come in futuro”.